San Gregorio, nuova ordinanza del primo cittadino - QdS

San Gregorio, nuova ordinanza del primo cittadino

redazione

San Gregorio, nuova ordinanza del primo cittadino

mercoledì 21 Ottobre 2020 - 00:00

Il sindaco di San Gregorio, Carmelo Corsaro, ha emesso ieri l’ordinanza n. 34 con la quale conferma l’avvenuto ripristino dell’apertura al pubblico degli uffici comunali per il ricevimento degli utenti nel rispetto delle nuove disposizioni. Gli uffici demografici e di stato civile di Via Bellini, dunque, saranno aperti al pubblico tutti i giorni non festivi di Lunedì, Martedì e Venerdì mattina dalle ore 9 alle ore 13,30 e tutti i giovedì pomeriggio dalle 15 alle 17. La Delegazione comunale di Cerza, invece, sarà aperta al pubblico tutti i giorni non festivi di Martedì pomeriggio dalle ore 15,30 alle 17,30 e di Giovedì mattina dalle ore 9 alle ore 13.

L’accesso sarà consentito, uno alla volta, solo agli utenti che indossano la mascherina. Sarà cura dei responsabili della Posizione Organizzativa autorizzare il personale per lo smart working, che col Dpcm del 18 ottobre sarà ancora più semplificato, per una quota non inferiore al 50 per cento, laddove il personale non necessita di presenza fisica.

Nell’ordinanza sindacale è fatto obbligo, infine, a tutti i cittadini di portare la mascherina nei luoghi al chiuso, che non sia la propria abitazione, e in quelli all’aperto, tranne in quei luoghi in cui venga garantita la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi. Potranno fare a meno della mascherina i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva, i bambini al di sotto dei sei anni di età e quei soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

Per il primo cittadino “Occorre mantenere alta la guardia ma non la tensione – ha sottolineato -; è necessario che i cittadini imparino a convivere con queste misure precauzionali e rispettarle. Solo così potremo arginare la diffusione del virus ma anche l’angoscia che potrebbe assalirci. L’Amministrazione è sempre allerta e lavora in stretto contatto con gli organi sanitari preposti in modo da monitorare e controllare gli eventi”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684