Sclerodermia, sono più di 25 mila gli italiani che combattono contro la malattia senza cura - QdS

Sclerodermia, sono più di 25 mila gli italiani che combattono contro la malattia senza cura

redazione

Sclerodermia, sono più di 25 mila gli italiani che combattono contro la malattia senza cura

martedì 30 Giugno 2020 - 00:00

ROMA – “Protect yourself to protect us”. Proteggiti per proteggerci. Questo il claim scelto per la giornata mondiale della sclerodermia, che si celebra è celebrata ieri.

Questa rara malattia reumatica autoimmune cronica, che colpisce il corpo inspessendo il tessuto connettivo, può danneggiare la pelle e gli organi interni. Interessa oltre 25 mila persone in Italia, per la maggior parte donne (circa 89% dei casi) e in prevalenza tra i 30 e i 50 anni.

Non esiste una cura definitiva, ma sono disponibili trattamenti per il danno ai singoli organi. Con la Covid, come evidenzia la Federation of European Scleroderma Associations (Fesca), “c’è bisogno che ciascuno si protegga per proteggere anche i pazienti con sclerodermia, in particolare quelli con coinvolgimento polmonare e che assumono farmaci immunosoppressori. Questo li rende vulnerabili ad avere sintomi più gravi se contraggono il virus”.

L’invito, come negli anni precedenti, è a condividere i sorrisi usando l’hashtag #sclerosmile, oltre ad utilizzare l’hashtag della campagna #protectyourselftoprotectus. Quest’anno in occasione della giornata mondiale, la Lega Italiana Sclerosi Sistemica ha organizzato una raccolta fondi per l’acquisto di un video capillaroscopio, strumento diagnostico per la sclerosi sistemica e altre malattie del tessuto connettivo, da donare ad un ospedale italiano. Si può contribuire sulla piattaforma di crowdfunding GoFundMe.

La giornata mondiale della sclerodermia si celebra in concomitanza della morte dell’artista Paul Klee, proprio il 29 giugno, affetto da questa patologia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684