Sergio Mattarella, "Fingere di non vedere aiuta l'illegalità" - QdS

Sergio Mattarella, “Fingere di non vedere aiuta l’illegalità”

redazione

Sergio Mattarella, “Fingere di non vedere aiuta l’illegalità”

martedì 25 Giugno 2019 - 08:25
Sergio Mattarella, “Fingere di non vedere aiuta l’illegalità”

Il Presidente della Repubblica, fratello di una vittima di mafia, ammonisce i cittadini a Milano: non "ritrarsi dalle proprie responsabilità". Tapparsi gli occhi, sottolinea, "non è un comportamento neutrale"

Per il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, “ritrarsi dalle proprie responsabilità, fingere di non vedere non è un comportamento neutrale”

“Al contrario – ha spiegato il Capo dello Stato intervenendo a Milano alla cerimonia di consegna del Premio intitolato a Giorgio Ambrosoli – costituisce un obiettivo e concreto aiuto alla illegalità e a chi la coltiva”.

Mattarella ha poi sottolineato come “assicurare il rispetto della legalità sia certamente compito dell’ordinamento dello Stato e delle sue istituzioni ma il contributo che proviene dalla diffusione della cultura della legalità e della responsabilità è decisivo”.

Sergio Mattarella è fratello di Piersanti, il presidente della Regione Siciliana che, il sei gennaio del 1980, in via della Libertà a Palermo, fu ucciso dalla mafia.

Era appena entrato in auto con la moglie, i due figli e la suocera per andare a messa, quando un sicario si avvicinò al finestrino e lo freddò a colpi di pistola.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684