Sicilia area più digitalizzata del Mediterraneo, presentato il piano triennale di transizione - QdS

Sicilia area più digitalizzata del Mediterraneo, presentato il piano triennale di transizione

redazione

Sicilia area più digitalizzata del Mediterraneo, presentato il piano triennale di transizione

mercoledì 16 Ottobre 2019 - 10:36

E’ stato presentato il piano triennale della transizione digitale 2018-2020, che punta a fare della Sicilia l’area più digitalizzata del Mediterraneo, fornendo ai cittadini gli strumenti per interagire con la Regione e gli Enti del territorio attraverso un’esperienza nativamente digitale, “aperta” e incentrata sulle esigenze dell’utente.

“La scelta strategica della Regione di puntare sul digitale – ha detto l’assessore all’Economia, Gaetano Armao – quale elemento di sviluppo per la Sicilia da i primi risultati e proietta l’Isola nella digital transformation con tutte le carte in regola. Ed a questo riguardo l’impegno del Governo regionale si muove nel senso di sostenere l’innovazione digitale collegata alle strategie regionali di specializzazione intelligente.”.

Nell’ambito del Piano Triennale 2018-2020 – dice la Regione siciliana – sono attualmente in fase di realizzazione 7 interventi progettuali (con un investimento di 20,8 milioni di Euro) tra i quali si evidenziano il progetto banda ultra larga per il notevole impatto infrastrutturale sul territorio e il progetto Open Data che garantirà ai cittadini e alle imprese il diritto all’accesso ai dati, ai documenti e ai servizi di interesse.

Il progetto per la costruzione di una rete di banda ultra larga è nato per fornire una maggiore copertura per i servizi telefonici e internet anche nelle cd “aree bianche” del territorio.

“Siamo passati – ha sottolineato Armao – da una copertura di 60 comuni a 142 comuni, più di 1 milione di unità abitative raggiunte a 30 mega per un totale di circa di 2 milioni di cittadini abilitati. Per quanto riguarda le risorse impiegate sono stati chiusi 30 cantieri, restano aperti 80 cantieri e 100 comuni in lavorazione nel 2019.”.

Nel progetto Open Data, infine, la Regione si è impegnata a pubblicare in formato aperto le basi dati di interesse nazionale, ottemperando agli obblighi di trasparenza, passando dalla 27sima posizione in Italia alla quinta in termini di dati messi a diposizione, con una percentuale di pubblicazione dei dati passata dal 10% al 46% e 40 dataset pubblicati sul progetto di cui 17 solo a maggio 2019, conclude la Regione.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684