Siracusa, danneggiata l’auto del presidente ristoratori CNA - QdS

Siracusa, danneggiata l’auto del presidente ristoratori CNA

Web-mp

Siracusa, danneggiata l’auto del presidente ristoratori CNA

Web-mp |
lunedì 16 Agosto 2021 - 18:13

Lo sfogo del siracusano attraverso un durissimo post pubblicato nel suo profilo facebook. "Arrivati a questo punto ma davvero abbiamo bisogno di questo tipo di turismo?"

Senza troppi giri di parole va dritto al punto, il presidente di CNA Siracusa, Stefano Gentile (presidente del comparto Ristorazione) che nelle scorse ore ha ritrovato la sua auto in Ortigia con il parabrezza posteriore completamente distrutto.

Questo è quello che ha scritto in un post sul proprio profilo facebook:

“Dopo oltre sedici ore di lavoro questa è la scena che mi son ritrovato davanti, la mia auto vandalizzata presa a colpi di bottiglia, da non si sa chi.

In realtà ieri Ortigia è stata presa d’assalto da migliaia di turisti, che in barba ad ogni regolamento comunale e di buon senso, in assenza di ogni forma minima di controllo del territorio, hanno ben pensato che tutto fosse lecito.

Arrivati a questo punto ma davvero abbiamo bisogno di questo tipo di turismo? Siamo davvero disposti, come comunità, ad accettare che la nostra città venga umiliata in questo modo?

Basta guardare i cumuli di immondizia, che stamattina invadevano il nostro centro storico, per capire che stiamo sbagliando tutto. Francamente per me, cari turisti di massa, se avete intenzione di vandalizzare la nostra bella città, potete starvene tutti a casa vostra!”

“Un gesto che lascia amareggiati e accende una forte attenzione al controllo del territorio ed in particolare dell’isola di Ortigia -si legge in una nota di CNA Siracusa che prosegue – .Da molti mesi, infatti, gli operatori economici dei pubblici esercizi hanno accettato controlli e limitazioni, hanno disposto modifiche ed effettuato investimenti. Dall’altra parte occorre garantire il controllo del territorio, delle vie e delle piazze più frequentate per evitare che qualcuno possa immaginare un “liberi tutti”. È un principio di buon senso che sentiamo di sottolineare nell’interesse delle imprese e di tutta la comunità”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684