Sparatoria con due feriti a Vittoria, nel Ragusano, un fermo - QdS

Sparatoria con due feriti a Vittoria, nel Ragusano, un fermo

redazione web

Sparatoria con due feriti a Vittoria, nel Ragusano, un fermo

lunedì 13 Gennaio 2020 - 01:29
Sparatoria con due feriti a Vittoria, nel Ragusano, un fermo

Sarebbe stata provocata da lite scoppiata in un pub dove lo sparatore aveva tentato delle avances con una ragazza. Un'altro giovane era intervenuto per difenderla e, dopo il diverbio, il fermato aveva sparato ferendo entrambi, poi medicati in ospedale

Giovanni Interlici, di 27 anni, è stato fermato ieri a Vittoria (Ragusa) dalla Polizia per la sparatoria avvenuta all’alba del giorno prima nella centrale Piazza del Popolo.

Nella sparatoria erano rimasti lievemente feriti un ragazzo di 25 anni e una ragazza di 23, medicati nel locale ospedale e successivamente dimessi.

Le indagini, avviate dagli investigatori della Squadra Mobile e del locale commissariato, hanno consentito nell’arco di poche ore di accertare la dinamica della sparatoria e di fermare un uomo gravemente indiziato di essere l’autore del gesto.

La causa scatenante, secondo gli inquirenti, sarebbe stata una lite per futili motivi avvenuta all’interno di un pub della zona.

Le indagini, avviate immediatamente dalla Polizia di Stato, hanno consentito di rintracciare il sospettato che è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di tentato omicidio.

Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato condotto in carcere a Ragusa, a disposizione dell’autorità giudiziaria; un’altra persona è stata invece denunciata a piede libero per favoreggiamento personale.

Le indagini, coordinate dal pm Santo Fornasier, hanno imboccato subito la via giusta perché la sparatoria avvenuta come detto nella centralissima piazza del Popolo, ha avuto diversi testimoni.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti il presunto omicida – che ha precedenti per rapina e per favoreggiamento nell’omicidio di Francesco Nigito commesso nel 2012 – avrebbe fatto delle avances alla ragazza di 23 anni.

L’altro giovane si sarebbe trovato coinvolto casualmente nel tentativo di sottrarla alle attenzioni del giovane.

Il diverbio è sfociato nel ferimento.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684