Lezzi: “Sud, attenzione politica negata per troppi anni” - QdS

Lezzi: “Sud, attenzione politica negata per troppi anni”

redazione

Lezzi: “Sud, attenzione politica negata per troppi anni”

giovedì 23 Maggio 2019 - 00:00
Lezzi: “Sud, attenzione politica negata per troppi anni”

Lo scrive in un post su Facebook il ministro per il Sud

ROMA – “Sono orgogliosa di far parte di un governo che sta dedicando al Mezzogiorno l’attenzione che gli è stata negata dalla politica per troppi anni. Attenzione che si traduce in interventi, in atti concreti. Quei partiti che oggi ci criticano, quando erano al governo non hanno fatto nulla o, peggio, hanno sottratto risorse al Sud. Io sto facendo l’opposto: dargli quello che, come minimo, gli spetta”.
Lo scrive in un post su Facebook il ministro per il Sud Barbara Lezzi.

“La prima misura di equità è stata quella di portare le risorse ordinarie dello Stato per il Mezzogiorno dal 28% al 34% – spiega -. Questa percentuale deve essere rispettata anche da Anas e Rfi. Ho destinato 300 milioni per le Zone economiche speciali, al fine di attrarre e incentivare le imprese. Ho finanziato con 500 milioni i Contratti istituzionali di sviluppo di Foggia e Molise e stiamo lavorando anche su altri Cis: Sardegna, Basilicata, Centro storico di Cosenza, Napoli, Palermo, Taranto. Per la manutenzione delle strade dei piccoli comuni del Sud ho dato 80 milioni mentre, per la costruzione di nuovi asili, ho destinato alle città metropolitane del Mezzogiorno 21 milioni. E ancora: 330 milioni per il contrasto alla Xylella, 100 per la filiera agroalimentare, 320 per la bonifica di Bagnoli”.

“Non ci sono solo i miei interventi, ma anche quelli a sostegno del Sud che sono stati messi in campo da altri ministeri – conclude Lezzi -. Questo è solo l’inizio dell’inversione di rotta. Adesso diventa fondamentale consolidare quanto già fatto e continuare lungo questa strada, per continuare a cambiare”

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684