Taormina, il sindaco Bolognari si rammarica per lo sfregio al murale della Rackete. "La Lega ha imbrattato un'opera d'arte" - QdS

Taormina, il sindaco Bolognari si rammarica per lo sfregio al murale della Rackete. “La Lega ha imbrattato un’opera d’arte”

redazione

Taormina, il sindaco Bolognari si rammarica per lo sfregio al murale della Rackete. “La Lega ha imbrattato un’opera d’arte”

venerdì 09 Agosto 2019 - 15:31

“I murales realizzati a Taormina dall’artista TvBoy hanno fatto in poche ore il giro del mondo attraverso i social. Sono anche belli e l’orientamento dell’amministrazione era di lasciarli così come si trovavano. Per questo motivo non ho disposto, come qualcuno mi aveva richiesto, la rimozione; anche perché, essendo realizzati su carta che viene fissata sul muro, non hanno bisogno di alcuna autorizzazione”.

Lo ha detto il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, aggiungendo: “Era del tutto prevedibile, però, che soprattutto quello dedicato alla comandante Carola Rackete avrebbe suscitato delle reazioni politiche, purtroppo con modalità a mio avviso errate e non rispettose: se la Lega di Taormina avesse affisso accanto all’effigie il volantino che ho letto attraverso qualche foto, sarei stato il primo, come sindaco della città, a garantire anche quella espressione di dissenso, benché non condivisa da me personalmente”.

“Sono il sindaco – ha sottolineato Bolognari – di una città tollerante e democratica e come tale mi comporto, nei confronti di chiunque. Purtroppo, la stessa tolleranza non è stata esercitata dagli esponenti della Lega, che, invece di criticare, hanno imbrattato un’opera d’arte. Esprimo il mio profondo rammarico per l’accaduto. Poteva essere una bella pagina e invece si è trasformata in un episodio di sopraffazione e di mancanza di rispetto”.

“Adesso – ha concluso – quell’opera sfregiata resterà a testimoniare questa brutta storia e chiunque potrà farsi liberamente un’idea. Spero comunque che le altre due opere restino intatte”.

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001