Teatro, Slc Cgil, nello Stabile di Catania vietata la lettura di un nostro documento - QdS

Teatro, Slc Cgil, nello Stabile di Catania vietata la lettura di un nostro documento

redazione web

Teatro, Slc Cgil, nello Stabile di Catania vietata la lettura di un nostro documento

lunedì 20 Luglio 2020 - 00:00

I sindacati chiedono di potere leggere un loro comunicato prima della messa in scena, al Teatro Stabile di Catania, un loro documento prima della messa in scena dello spettacolo “Lu cori non invecchia” di Enzo Vetrano e Stefano Randisi, ma sostiene la Slc Cgil, i due registi, a cui la direzione dell’Ente aveva demandato la decisione, si sono rifiutati.

E’ la ricostruzione del sindacato che, in una nota, sottolinea come “nel comunicato venissero spiegate le motivazioni dell’agitazione della categoria e si invitava il pubblico a partecipare alla manifestazione che si terrà 24 luglio in piazza Università”.

“La direzione – aggiunge la Slc Cgil – ha invece delegato la decisione ai registi poiché la compagnia stessa ha scritto un analogo documento da affiggere all’entrata. Ma la risposta dei registi è stata perentoria: ‘Non vogliamo che si leggano comunicati al pubblico prima o dopo un nostro spettacolo'”.

“L’eventuale lettura del nostro comunicato sindacale – osserva il segretario della Slc Cgil di Catania, Gianluca Patanè – è stata descritta come una ‘forzatura’ ed i registi hanno aggiunto di volersi prendere la responsabilità di nostre eventuali ‘pretestuose proteste’. Siamo amareggiati per le parole rivolte ad un sindacato dalla grande storia com’è la Cgil e agli interessi che rappresenta da oltre un secolo: quelli dei lavoratori. Crediamo che In questo momento così drammatico, occasioni come la prima di uno spettacolo di un ente pubblico siano preziose per denunciare la carenza di lavoro e le gravi condizioni in cui tergiversa questo settore”

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684