Truffe alle assicurazioni: bici rubata restituita al proprietario - QdS

Truffe alle assicurazioni: bici rubata restituita al proprietario

redazione

Truffe alle assicurazioni: bici rubata restituita al proprietario

martedì 21 Maggio 2019 - 12:46
Truffe alle assicurazioni: bici rubata restituita al proprietario

Denunciato a Catania per ricettazione il quindicenne che, con la bicicletta a pedalata assistita, aveva tentato con i genitori di ottenere denaro da un automobilista dopo un "incidente"

Denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione di una bicicletta con pedalata assistita il quindicenne coinvolto in una truffa alle assicurazioni scoperta lo scorso dieci maggio nel popolare quartiere catanese di Picanello.

Il proprietario della bicicletta – che aveva denunciato il furto, avvenuto sempre nel quartiere di Picanello, il 29 marzo scorso -, l’ha riconosciuta dalle foto pubblicate dagli organi di stampa dopo l’operazione e si recato in Commissariato dove il mezzo gli è stato restituiti dall’Autorità giudiziaria.

Si aggiunge così un altro tassello alla vicenda che, nei giorni scorsi, ha visto coinvolto un ignaro automobilista molto anziano trascinato, suo malgrado, in un maldestro tentativo di truffa alle assicurazioni a causa del quale è stato anche picchiato.

I fatti sono avvenuti, come detto, nel quartiere di Picanello, dove il quindicenne, in sella alla bicicletta con pedalata assistita, è rimasto “coinvolto” in un incidente sfondando il parabrezza della Panda dell’automobilista.

Sui fatti hanno indagato gli uomini del Commissariato Borgo Ognina, i quali, dopo una serie di interrogatori, coordinati dal dirigente, hanno denunciato il minorenne e arrestato i suoi genitori, tutti accusati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni delle compagnie assicurative. E anche per percosse, lesioni gravi dolose, sequestro di persona, calunnia, resistenza, oltraggio, violenza e minacce a pubblici ufficiali.
Per tutti questi reati è stato denunciato anche P.B., di 78 anni, complice della coppia, che si è costuito nei giorni scorsi.

P.B. avrebbe materialmente aggredito l’automobilista.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684