Unci Sicilia, attivi i Centri di Assistenza Tecnica alle Cooperative (CAT) - QdS

Unci Sicilia, attivi i Centri di Assistenza Tecnica alle Cooperative (CAT)

redazione

Unci Sicilia, attivi i Centri di Assistenza Tecnica alle Cooperative (CAT)

martedì 29 Dicembre 2020 - 00:00
Unci Sicilia, attivi i Centri di Assistenza Tecnica alle Cooperative (CAT)

Sono attivi in Sicilia gli sportelli Cat (Centri di Assistenza Tecnica alle Cooperative).

La Sicilia è al primo posto in Italia nel rapporto fra imprese cooperative e totale delle imprese e, per numero di cooperative, è la seconda regione d’Italia dopo la Lombardia.

In Sicilia le cooperative sono in continua crescita anche in questi periodi di crisi economica. Sono dati che rappresentano un sistema economico e sociale rilevante in grado di dare risposte serie ai vari problemi che attanagliano la nostra Sicilia.

La cooperazione siciliana, oltre a rappresentare una parte rilevante del mondo della cooperazione nazionale, è stata ed è senz’altro uno dei più importanti motori di sviluppo non solo economico ma anche sociale.
La cooperazione, d’altra parte, rappresenta una tipologia di impresa fortemente indirizzata allo sviluppo economico, alla coesione sociale e ad una più compiuta affermazione dei principi della democrazia economica.
In tale contesto tra gli strumenti attivabili che possono rivestire un ruolo decisivo ci sono sicuramente i Cat, Centri di Assistenza Tecnica alle Cooperative.

I Cat nascono con l’art. 68 della Legge regionale n. 4/2003; il citato articolo di Legge recita tra l’altro: “………al fine di promuovere ed incentivare le opportunità della formula cooperativa, l’Assessorato Regionale delle Attività produttive è autorizzato ad istituire centri di assistenza alle imprese cooperative ………, ed ancora: ……… le amministrazioni pubbliche possono avvalersi dei centri medesimi allo scopo di facilitare il rapporto tra amministrazioni pubbliche ed imprese cooperative utenti ………”.
Sebbene si tratti di un solo articolo, già in queste poche righe si individuano con precisione quelli che sono gli obiettivi principali dei Cat ovvero l’assistenza allo sviluppo locale e l’assunzione del ruolo di collegamento tra l’amministrazione pubblica e le imprese cooperative.

Attraverso i Cat, con modalità orizzontale, è necessario promuovere e dare vita ad interventi specifici mirati che siano in grado di sostenere lo sviluppo della cooperazione siciliana sia favorendo la crescita di realtà esistenti. Abbiamo vissuto una stagione di riforme, il nuovo diritto societario, la riforma della vigilanza, la legge sul socio lavoratore, la disciplina fiscale ed altre novità ci aspettano: i nuovi regimi di aiuto, la nuova programmazione, lo statuto di cooperativa europea, il nuovo approccio con il fisco che pretende e impone un uso sempre maggiore della telematica.

Nei cooperatori questi cambiamenti hanno ingenerato ed ingenerano esigenza di assistenza e coordinamento. I Cat saranno impegnati ad esercitare ogni sforzo con i vari obiettivi : fornire alle Cooperative utenti tutte le necessarie risposte in termini di servizi, assistenza specifica, progettualità, aggregazione e collaborazione con strutture cooperative nazionali, formulare proposte per la creazione di nuove cooperative che, attraverso un’accurata ricerca, analisi ed elaborazione dell’idea progettuale e del territorio, punti a limitare il fenomeno della natalità di imprese non dotate di un valido progetto imprenditoriale che le porterebbe ad un repentino crollo.

Il Cat avrà come finalità quella di agire, con modalità orizzontale, a completo supporto delle cooperative utenti offrendo loro una serie di servizi di consulenza aziendale specialistica finalizzata all’ aggregazione, internazionalizzazione ed innovazione. A questo si deve aggiungere anche la consulenza finanziaria per la capitalizzazione e patrimonializzazione delle cooperative.

Infine le cooperative necessitano di assistenza e coordinamento nei rapporti con la pubblica amministrazione.
Esplicitamente:
Consulenza informativa fiscale, societaria e giuslavoristica
Consulenza all’ aggregazione, internazionalizzazione ed innovazione
Consulenza alla progettazione
Consulenza tecnica, informazione e aggiornamento in materia di innovazione tecnologica ed organizzativa
Consulenza nel campo della certificazione di qualità, controllo di gestione, ottenimento di iscrizioni ad albi
Consulenza nel campo delle normative sulla sicurezza
Servizi di consulenza per lo sviluppo aziendale
Consulenza specialistica finanziaria
Consulenza alla costituzione di nuove cooperative
Assistenza nei rapporti con la pubblica amministrazione.

La legge istitutiva dei Cat prevede che “Le amministrazioni pubbliche possono avvalersi dei centri medesimi allo scopo di facilitare il rapporto tra amministrazioni pubbliche e imprese cooperative utenti.”
Promozione della cultura cooperativa nelle istituzioni e nella società
Gli sportelli del Cat, tra le varie funzioni, assolvono al delicato compito di promuovere cultura cooperativa nella società siciliana.
Il cittadino potrà ottenere presso le sedi tutta la documentazione necessaria per valutare le diverse opportunità che la cooperazione offre a chi vuole intraprendere un’attività imprenditoriale.

Struttura organizzativa
Per poter raggiungere il maggior numero di Cooperative in un territorio vasto come quello siciliano il Cat deve avere una strutturazione tale da avere sportelli diffusi nelle varie province.
Unci Sicilia ritiene di attivare gli sportelli nelle Province con un maggior numero di utenze ma che anche dal punto di vista logistico siano facilmente raggiungibili anche dalle Province limitrofe.
Grazie a questa importante configurazione operativa il Cat sarà caratterizzato da alcuni elementi fondamentali:
• Capacità di comprendere appieno le esigenze della imprenditorialità cooperativa per ogni settore di competenza;
• Capacità di fornire consulenza personalizzata ad alto valore aggiunto;
• Capacità di progettare e gestire strumenti innovativi;
• Tempestività nella risposta alla cooperativa richiedente.
Sul portale multimediale www.uncisicilia.eu c’è un’apposita sezione dedicata al Cat con i servizi che lo stesso è in grado di erogare.
Le singole cooperative potranno in questo modo verificare le opportunità a loro disposizione.
Gli sportelli lavorano in rete in modo da ottimizzare soprattutto la conoscenza e le competenze dei tecnici/consulenti; pertanto a qualunque cooperativa operante in una qualunque area territoriale siciliana verrà offerta la stessa ampia gamma di servizi con un livello qualitativo omogeneo.

Per informazioni sulle sedi attive sul territorio siciliano è possibile contattare la sede regionale di Unci Sicilia allo 091/308340.
In questo periodo di emergenza pandemica i Cat assumono dunque un’importanza strategica al fine di migliorare il dialogo con la pubblica amministrazione e di programmare meglio il futuro e la ricostruzione post-pandemia.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684