Vaccini, Anci Sicilia, moltiplicare i centri in tutta l'Isola - QdS

Vaccini, Anci Sicilia, moltiplicare i centri in tutta l’Isola

redazione web

Vaccini, Anci Sicilia, moltiplicare i centri in tutta l’Isola

sabato 27 Marzo 2021 - 06:47

Il presidente Leoluca Orlando, "i Comuni pronti a mettere a disposizione spazi per evitare code". Palasport nelle tre Città metropolitane. Oggi la visita del Commissario Figliuolo a Catania e Messina

L’Anci Sicilia, in occasione della visita del Commissario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, in programma per oggi, a Catania e Messina, ha invitato le massime autorità nazionale regionale “ad adoperarsi perché si possano moltiplicare i centri per la vaccinazione in Sicilia e perché si evitino le lunghissime code registrate, in questi ultimi giorni, nei pochi hub vaccinali dell’Isola”.

“Gli Enti locali siciliani – ha dichiarato Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia – ribadiscono, ulteriormente, la propria disponibilità a mettere a disposizione siti idonei a permettere, in maniera più agevole ed efficiente, le vaccinazioni anti Covid in Sicilia”.

“Come città metropolitane siamo disponibili – ha aggiunto Orlando – a rendere immediatamente fruibili, come nel caso di Palermo, i nostri palazzetti dello Sport che potrebbero essere utilizzati per l’inoculazione di vaccini che non necessitano di particolare attenzione nei metodi di conservazione”.

Orlando ha sottolineato come l’utilizzo di questi spazi, muniti di impianti di riscaldamento e ampi parcheggi, semplificherebbero le operazioni, “evitando insopportabili e mortificanti code che spesso scoraggiano i tanti cittadini, costretti ad affrontare lunghi viaggi per spostarsi dai propri comuni di residenza e scongiurerebbero assembramenti che possono trasformarsi in pericolosi focolai di contagio”.

“Non è accettabile – ha concluso il presidente di Anci Sicilia – che in un solo luogo fisico, come la Fiera del Mediterraneo, sia stato effettuato il dieci per cento delle vaccinazioni totali. Per implementare le vaccinazioni occorre dunque prevedere un numero significativo di centri vaccinali distribuiti nel territorio in maniera omogenea ed evitare che disagi e lunghe attese scoraggino i cittadini. Evitiamo di trasformare un importante impegno a vantaggio della salute di tutti in un’occasione mancata”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684