Vaccini, in comunità S.Egidio Messina presidio fisso - QdS

Vaccini, in comunità S.Egidio Messina presidio fisso

web-la

Vaccini, in comunità S.Egidio Messina presidio fisso

web-la |
martedì 14 Settembre 2021 - 20:23

“Riteniamo indispensabile aiutare nel percorso di vaccinazione anche le persone che vivono nel disagio sociale, economico ed esistenziale. Per questo motivo, da giovedì prossimo, un nostro team vaccinale sarà presente nella sede del centro ‘Floribert’ della comunità di Sant’Egidio a Messina per somministrare i vaccini”.

A dirlo il commissario per l’emergenza Covid 19 di Messina Alberto Firenze. “Il nostro obiettivo, grazie alla collaborazione con l’Asp, la Comunità di Sant’Egidio e l’assessorato comunale ai servizi sociali è quello – aggiunge – di realizzare un presidio fisso di prossimità, che diventerà un punto di riferimento per chi frequenta la comunità ed è impossibilitato a recarsi in hub per vaccinarsi. Proseguiamo le nostre iniziative per incentivare la campagna vaccinale dando la possibilità anche a chi vive in condizioni di marginalità di difendersi dal Coronavirus”.

“Per tutto questo periodo della pandemia – sottolinea Andrea Nucita, responsabile di Sant’Egidio a Messina – il Centro è stato un presidio di buone prassi sanitarie e orientamento ai comportamenti corretti per prevenire il contagio. I volontari hanno lavorato per spiegare e illustrare i benefici della vaccinazione contro il Covid-19 e oltre 100 sono state le persone prenotate direttamente per il vaccino, molte delle quali anziani ultra 80enni soli che sono poi stati accompagnati alla vaccinazione”. Il centro polifunzionale di Sant’Egidio, in via Gerobino Pilli, a Camaro San Paolo, è un bene confiscato alla mafia ed è operativo da circa tre anni. Ospita i servizi di integrazione alimentare per le famiglie in difficoltà, la ‘Scuola della Pace’ per il doposcuola per i bambini, laboratori per gli anziani. Durante i due lockdown il Centro, che non ha mai interrotto le proprie attività, ha visto triplicare le richieste di sostegno alimentare arrivando a sostenere mensilmente con la spesa circa 1.200 famiglie.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x