Vaccini, lotto Astrazeneca sospeso già usato su 18mila siciliani - QdS

Vaccini, lotto Astrazeneca sospeso già usato su 18mila siciliani

web-iz

Vaccini, lotto Astrazeneca sospeso già usato su 18mila siciliani

web-iz |
giovedì 11 Marzo 2021 - 18:51

L'assessore Razza: "Sospesa la somministrazione di altre 2.306 dosi". Il timore adesso è che ci possano essere nuovi rallentamenti

A Palazzo d’Orleans (Sala Alessi), l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ha organizzato una conferenza stampa in relazione alla decisione dell’Aifa di vietare l’utilizzo sul territorio nazionale delle dosi del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, dopo la segnalazione di alcuni “eventi avversi gravi” che sarebbero stati registrati in Sicilia.

“In Sicilia su 20.500 dosi del lotto ABV2856 di Astrazeneca, bloccato da Aifa, ne sono state somministrate 18.194, per le altre 2.306 abbiamo sospeso la somministrazione”, ha detto l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, a seguito della decisione dell’Aifa.

“Complessivamente – ha sottolineato Razza – sono state somministrate 1.257 dosi in provincia di Agrigento, 932 in provincia di Caltanissetta, 3.533 in provincia di Catania, 1.038 in provincia di Enna, 2.849 in provincia di Messina, 3.497 in provincia di Palermo, 1.457 in provincia di Ragusa, 1.097 in provincia di Siracusa, 2.516 in provincia di Trapani. I lotti sospesi riguardano 225 dosi in provincia di Agrigento, 68 in provincia di Caltanissetta, 467 in provincia di Catania, nessuna a Enna e Trapani, 151 in provincia di Messina, 503 in provincia di Palermo, 43 in provincia di Ragusa, 903 in provincia di Siracusa, nessuna a Enna e Trapani e provincia”.

In Sicilia pervenute oltre 170mila dosi di AstraZeneca

Secondo quanto riferito dall’assessorato, alla data di ieri in Sicilia sono pervenute 174.700 dosi di vaccini AstraZeneca, di cui 95.642 già somministrate.
“Da parte nostra, massima attenzione riservata alla campagna di vaccinazione. Ho chiesto al ministro della Salute di che si possa far fronte anche alla preoccupazione diffusa all’interno delle nostra regione. Spero che l’Ema e l’Aifa possano diffondere parole più chiare. Abbiamo visto la vaccinazione come segno di speranza, e questo sentimento deve permanere”, ha concluso Razza.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001