Venerdì Caltanissetta scende in piazza per Adnan Siddique - QdS

Venerdì Caltanissetta scende in piazza per Adnan Siddique

redazione

Venerdì Caltanissetta scende in piazza per Adnan Siddique

mercoledì 10 Giugno 2020 - 15:50
Venerdì Caltanissetta scende in piazza per Adnan Siddique

Alle 19, con appuntamento in corso Umberto I, una manifestazione - nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale - per chiedere giustizia e verità sull'omicidio del giovane pakistano che si era ribellato al caporalato

Venerdì alle 19, a Caltanissetta, in corso Umberto I, si terrà una manifestazione statica, nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale, per chiedere giustizia e verità sull’omicidio di Adnan Siddique, cittadino nisseno di origine pakistana barbaramente ucciso lo scorso 3 giugno.

Le comunità pakistana e afgana di Caltanissetta, con i mediatori culturali Gul Noor Senzai e Adnan Hanif, la Casa delle culture e del volontariato, le associazioni Iside, MigrantiSolidali, San Filippo Apostolo e Movi (Movimento volontariato italiano), hanno invitato tutti a partecipare al momento di raccoglimento, spirituale e di cordoglio, di fratellanza, di commiato laico e di preghiera interreligiosa, musulmana e cattolica, ma anche di forte e decisa ribellione alla sopraffazione criminale e alla violenza.

“L’efferato delitto del giovane Adnan – hanno scritto gli organizzatori – ha commosso e indignato tutta Italia. Visto il grave e preoccupante quadro emerso dalle prime attività d’indagine, che si stanno orientando verso il caporalato e il racket dei braccianti stranieri sfruttati per i lavori agricoli, ambito criminale in cui Adnan, con coraggio, alto senso civico e di solidarietà, avrebbe contribuito ad aiutare i propri connazionali a denunciare gli sfruttatori”.

La manifestazione sarà l’occasione per accomunare tutti i cittadini di Caltanissetta, a prescindere dalle etnie e dai paesi di provenienza, in una riflessione che, partendo dalla memoria del sacrificio di Adnan, vittima innocente di interessi criminali, “sia di sprone per l’intera comunità, con la consapevolezza che l’esempio luminoso che Adnan ci ha lasciato in preziosa eredità deve rappresentare, per tutti noi, un impegno di civiltà, di dignità, di lotta sociale, civica e democratica per rigenerare i nostri territori”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684