Vicequestore di Catania Schilirò sospesa dal servizio, "Non me l'aspettavo" - QdS

Vicequestore di Catania Schilirò sospesa dal servizio, “Non me l’aspettavo”

web-iz

Vicequestore di Catania Schilirò sospesa dal servizio, “Non me l’aspettavo”

web-iz |
mercoledì 13 Ottobre 2021 - 11:06

Il provvedimento arriva dopo le sue pesanti accuse nei confronti delle forze dell'ordine in merito agli scontri di Roma: "C'è un video che i giornali e le tv non hanno trasmesso", aveva detto.

La vicequestore No pass di Catania, Nunzia Alessandra Schilirò, è stata sospesa ieri dal servizio. Si è parlato di una possibile sanzione a suo carico già prima degli scontri di Roma e delle sue ultime esternazioni, ma lei commenta così: “Non me l’aspettavo”. Intanto i No Green pass si organizzano per la prossima manifestazione a Catania e Messina.

Social e piazze No pass, Nunzia Schilirò diventa un idolo

La paladina dei No Green pass, e dirigente del sindacato Cosap dove ha appena revocato la sua iscrizione, utilizzava i canali social e le piazze per affermare pubblicamente “come libera cittadina” l’illegittimità del certificato verde, presentadosì però anche come dirigente della Polizia di Stato.

Le sue accuse

Dopo i gravi fatti accaduti a Roma, che hanno visto persino l’assalto della sede nazionale della Cgil da parte degli squadristi, ha manifestato la sua vicinanza nei confronti dei “colleghi e dei cittadini feriti”. Dopo ha raccontanto di aver visionato delle riprese – non trasmesse da tv e giornali – che proverebbero la presunta colpevolezza delle forze dell’ordine nell’aver picchiato, immotivatamente, cittadini non violenti.

Nunzia Alessandra Schilirò aveva parlato di sé come di una “strega al rogo”, raccontando presunte attività denigratorie subìte da stampa e colleghi di lavoro. Ieri, su Open.online, ha commentato così la sua sospensione dal servizio: “Non me l’aspettavo”. Senza aggiungere altro, su consiglio del suo legale.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684