Vittoria, comunicati inviati dagli impiegati in violazione della legge. Il sindacato, il Comune si doti di un ufficio stampa - QdS

Vittoria, comunicati inviati dagli impiegati in violazione della legge. Il sindacato, il Comune si doti di un ufficio stampa

redazione

Vittoria, comunicati inviati dagli impiegati in violazione della legge. Il sindacato, il Comune si doti di un ufficio stampa

sabato 14 Settembre 2019 - 11:44

La segreteria provinciale dell’Assostampa di Ragusa rileva che “da qualche settimana l’ufficio stampa del comune di Vittoria non è coperto da alcun giornalista, dopo il trasferimento dell’unico professionista inserito nella dotazione organica dell’Ente in un altro Comune”.

Il sindacato ha sottolineato come “Nonostante l’assenza di un giornalista interno, sono stati emessi comunicati da un ‘virtuale’ ufficio stampa”.

Per l’Assostampa “La situazione non è tollerabile e la Commissione straordinaria del Comune di Vittoria non può affidare la comunicazione istituzionale a dipendenti non giornalisti”.

E’ auspicabile pertanto che si provveda tempestivamente a coprire il ruolo di addetto stampa dell’Ente e ad individuarlo con una selezione pubblica riservata a giornalisti iscritti all’albo professionale”.

“Quello dell’addetto stampa – spiega una nota – è un lavoro di tipo giornalistico, come peraltro stabilisce per gli enti pubblici la legge 150/2000, e l’azione amministrativa della Commissione straordinaria dovrebbe consigliare l’osservanza delle norme che regolano il settore dell’informazione e di una professione che l’Assostampa ha intenzione di tutelare sino in fondo in un momento in cui Vittoria necessita di una comunicazione attenta e puntuale per il particolare momento storico che sta vivendo”.

L’Assostampa si è detta “disponibile a fornire assistenza legale e amministrativa affinché il Comune di Vittoria si doti al più presto di un ufficio stampa, regolarmente diretto da un giornalista al quale venga applicato il contratto di lavoro della categoria come sancito da una precisa legislazione nazionale e regionale”.

Il sindacato ha chiesto che il giornalista sia individuato tramite una pubblica selezione”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684