Zona arancione in Sicilia, le attività permesse e vietate senza Green pass - QdS

Zona arancione in Sicilia, le attività permesse e vietate senza Green pass

web-dr

Zona arancione in Sicilia, le attività permesse e vietate senza Green pass

web-dr |
martedì 28 Dicembre 2021 - 13:01

Il governo ha pubblicato sul proprio sito una tabella con tutte le attività non consentite senza essere stati vaccinati o essere guariti dal Covid. Anche i centri commerciali vietati nel week end

Il Governo ha pubblicato sul proprio sito una tabella con tutte le attività consentite (e vietate) dal 6 dicembre al 15 gennaio.

Se molte di queste le conosciamo, tante altre occorre conoscere nell’eventualità che la nostra regione (o il nostro comune) entri in zona arancione. Uno spauracchio che stando agli ultimi dati diventa sempre più reale.

Spostamenti in zona arancione

In zona arancione, a chi non è vaccinato sono consentiti gli spostamenti verso altri comuni della stessa regione solo per lavoro, necessità e salute, con il Green pass base (quindi anche con tampone) sarà invece possibile muoversi liberamente.

Lo stesso avviene per gli spostamenti verso altre regioni. Consentito solo per necessità ai No Vax, nessuna restrizione per chi possiede il Green pass base (e quindi anche il tampone).

Per gli abitanti dei comuni di massimo 5.000 abitanti vi sarà la possibilità di muoversi anche senza Green pass verso altri comuni nel raggio di 30 km eccetto i capoluoghi di provincia.

Impianti nei comprensori sciistici

In zona arancione sarà consentito l’acquisto di Skipass per uso esclusivo di impianti di risalita diversi dalle funivie, solo ai titolari di Super Green pass (vaccinati o guariti dal Covid).

Lavoro in zona arancione

L’accesso ai luoghi di lavoro (sia pubblici che privati) è consentito solo con Green pass (va bene anche quello base).

Negozi – centri commerciali

In zona arancione non sarà concesso l’accesso ai negozi presenti nei centri commerciali nei giorni festivi e pre festivi (eccetto alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi) se non in possesso di Super Green pass (vaccinati e guariti).

Bar e ristoranti, le regole in zona arancione

Per la consumazione al banco sarà obbligatorio avere il Green pass rafforzato.

Anche per la consumazione al tavolo, sia all’aperto che a maggior ragione al chiuso, servirà il Green pass rafforzato.

Strutture ricettive, cosa succede in zona arancione

Per alloggiare in una struttura ricettiva in zona arancione (ma anche in bianca e gialla, è bene ricordarlo) è necessario il Green pass base.

Ma per accedere ai servizi di ristorazione dell’albergo bisognerà esibire il Green pass (almeno quello base).

Sport in zona arancione, cosa è possibile praticare

L’attività sportiva al chiuso sarà consentita in zona arancione solo con Super Green pass. Stesso discorso per l’attività sportiva all’aperto (piscine). Si entrerà solo con Super Green pass.

Si potrà accedere agli spogliatoi solo con Super Green Pass.

Gli sport di squadra al chiuso sono consentiti solo con Super Green pass. Restano consentiti quelli all’aperto anche senza Green pass. Ma non gli sport di contatto per il quale occorrerà essere vaccinati o guariti dal Covid.

Feste e cerimonie in zona arancione

Delle discoteche già sappiamo. Sono state chiuse.

Per partecipare a feste conseguenti (o non) a cerimonie civili e religiose in zona arancione servirà il Super Green pass. Stessa cosa per i Centri benessere e centri termali e parchi tematici e di divertimento.

Dario Raffaele

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684