Percorsi di istruzione e formazione in partenza, arrivano i decreti - QdS

Percorsi di istruzione e formazione in partenza, arrivano i decreti

Michele Giuliano

Percorsi di istruzione e formazione in partenza, arrivano i decreti

sabato 19 Gennaio 2019 - 05:00
Percorsi di istruzione e formazione in partenza, arrivano i decreti

Dalla Regione autorizzate le attività per il triennio del sistema duale e il II, III e IV anno dell’ordinario. Stanziato l’impegno economico che permette l’avvio delle attività dell’anno 2018-2019

PALERMO – Il sistema duale della formazione professionale è pronto a partire anche quest’anno. Sono stati emessi in questi giorni, dall’assessorato regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, i decreti con cui vengono impegnati i fondi e assegnati i cup, i codici unici di progetto, ai singoli percorsi didattici, per i primi, secondi e terzi anni del sistema duale e per le annualità successive al primo fino al quarto del sistema ordinario per l’anno scolastico 2018/2019.
I tempi sono stati quindi sostanzialmente rispettati, dopo una estate in cui gli enti interessati allo svolgimento delle attività, su richiesta degli uffici regionali, hanno lavorato perché tutto fosse pronto e a posto per avviare le attività il più possibile in contemporanea all’anno scolastico tradizionale. Tra gli scorsi 2 e 16 luglio, attraverso l’utilizzo della piattaforma informatica, gli enti sono stati chiamati a inserire i dati degli gli allievi che hanno richiesto l’iscrizione ai percorsi e al contempo trasmettere gli stessi elenchi attraverso posta elettronica certificata all’indirizzo istituzionale dipartimento.istruzione.formazione@certemail.regione.sicilia.it. La circolare prevedeva classi con una composizione di un numero massimo di 27 allievi per ciascuna annualità, ed un numero minimo di 22 discenti per il primo anno, ridotto a 20 se in questo numero sono compresi alunni con disabilità o attivati in aree particolarmente disagiate a livello territoriale, come le comunità montane o piccole isole o nelle aree non servite da soggetti accreditati all’erogazione dei percorsi Iefp, mentre non saranno composte classi di secondo, terzo e quarto anno per un numero inferiore a 20 allievi. Entro il 14 settembre, inoltre, gli enti dovevano completare la documentazione necessaria per dimostrare di essere in grado di gestire le attività progettuali, pena la perdita dei fondi richiesti.
L’importo massimo finanziabile per ciascun percorso è di 84 mila euro, con un monte ore complessivo di 1.089 ore per i primi anni e di 1.056 ore per i secondi, terzi e quarti anni, e le spese del personale dovranno essere mantenute in una percentuale massima pari al 60% dell’importo finanziabile. Saranno attivati 150 percorsi di secondi anni, in prosecuzione del primo anno dell’anno scolastico 2017/2018, specificando la prima annualità di provenienza e gli estremi dell’istituzione scolastica.
Saranno resi disponibili 80 percorsi di terzi anni in regime ordinario e 20 del sistema duale, e in ultimo 20 percorsi di quarti anni in regime ordinario e 20 del sistema duale, per i ragazzi in prosecuzione di un terzo anno in possesso di qualifica coerente per l’accesso al diploma professionale, specificando anche in questo caso l’istituto di provenienza e gli estremi del percorso.
I percorsi autorizzati sono stati resi noti all’inizio del mese di agosto, per consentire alle famiglie degli allievi dei percorsi non autorizzati l’iscrizione presso le istituzioni scolastiche statali, in modo da non costringere i giovani a rimanere in attesa per un anno e quindi poter cercare una alternativa che si confacesse alle singole necessità.
A conclusione dei percorsi, il legale rappresentante invierà, entro 2 settembre 2019, un rendiconto in cui indicherà il numero dei ragazzi maggiori di 16 anni, il numero dei promossi, il numero non promossi, il numero dei diversamente abili, il numero dei maschi, il numero delle femmine, il numero dei qualificati e il numero dei diplomati per ciascun percorso, in modo da poter costruire una banca dati regionale aggiornata.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684