Cure specialistiche per la sclerosi multipla. Innovazione fondamentale per i pazienti - QdS

Cure specialistiche per la sclerosi multipla. Innovazione fondamentale per i pazienti

Cure specialistiche per la sclerosi multipla. Innovazione fondamentale per i pazienti

mercoledì 20 Marzo 2019 - 03:00
Cure specialistiche per la sclerosi multipla. Innovazione fondamentale per i pazienti

Ogni anno in Italia si contano 3.400 nuovi casi. La forma recidivante-remittente è quella più diffusa (85% dei soggetti)

in collaborazione con ITALPRESS
ACIREALE (CT) – Neurologi di tutta Italia a confronto sui risultati che riguardano le nuove terapie per il trattamento della sclerosi multipla, la malattia neurologica cronica e progressiva che interessa il sistema nervoso centrale e che tende a peggiorare nel tempo. Una due-giorni di approfondimento tutta siciliana promossa da Sanofi Genzyme, divisione dell’azienda farmaceutica Sanofi dedicata alla cure specialistiche.
Ogni anno in Italia ci sono circa 3.400 nuovi casi di sclerosi multipla e in Sicilia la patologia riguarda più di 9 mila persone. La forma recidivante-remittente è la più diffusa e coinvolge circa l’85% dei pazienti. Per questo tipo di sclerosi multipla sono diverse le opzioni terapeutiche. Tra esse è disponibile teriflunomide, farmaco orale con proprietà antinfiammatorie che riesce a modificare l’andamento della malattia riducendone le ricadute e rallentandone la progressione. Il trattamento, che prevede l’assunzione di una sola compressa al giorno, risulta facilmente gestibile dal paziente e si adatta alla sua quotidianità.
Sebbene il meccanismo d’azione del farmaco non sia stato completamente compreso, si ritiene che possa ridurre il numero dei linfociti T e B ritenuti responsabili del dannoso processo infiammatorio tipico della malattia. In particolare, sembra che sia la prima formulazione orale di prima linea capace di interferire sui processi patogenetici della malattia, inibendo selettivamente e reversibilmente un enzima chiave necessario alla proliferazione di questi linfociti, preservando e lasciando disponibili le cellule dedicate alla sorveglianza immunitaria. Teriflunomide è stato approvato dall’Agenzia Europea dei Medicinali in agosto 2013 ed è disponibile in Italia da settembre 2014. Sclerosi multipla, ma non solo. Si è discusso anche delle ultime novità nella ricerca e terapia in ambito di neuroscienze per patologie croniche ed estremamente invalidanti come Parkinson, Alzheimer, sclerosi laterale amiotrofica (Sla) e malattia di Huntington. L’esperienza maturata da Sanofi Genzyme diventa, quindi, innovazione scientifica.
“La sclerosi multipla – ha detto Maria Trojano, direttore del Dipartimento Neuroscienze dell’Università di Bari – è una delle principali malattie del sistema nervoso centrale su base infiammatoria e degenerativa, che colpisce prevalentemente individui di giovane età tra i 20 e i 40 anni e si può presentare sotto diverse forme. Quella più frequente è la recidivante-remittente con cui inizia il percorso degenerativo del 90% dei pazienti. Le terapie disponibili sono oltre 15 al momento, molecole tra le quali possiamo scegliere, efficaci nelle forme di sclerosi multipla recidivante-remittente”.
Per Francesco Saccà, ricercatore di Neurologia all’Università Federico II di Napoli, “avendo oggi molte terapie a disposizione la scelta del farmaco giusto diventa molto più importante di com’era tanti anni fa quando la scelta era molto ristretta. Oggi trattare con il farmaco giusto significa tante cose in base a quelle che sono le scelte del paziente, le esigenze del paziente, la forma di malattia, in base a quali sono i fattori prognostici sia positivi che negativi. Se si ritarda il trattamento, la conseguenza più importante è il fatto che in qualche modo la malattia va avanti, i pazienti invecchiano e la terapia diventa sempre meno efficace”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684