A Cefalù due giornate di studi sul primo re normanno, Ruggero II - QdS

A Cefalù due giornate di studi sul primo re normanno, Ruggero II

redazione

A Cefalù due giornate di studi sul primo re normanno, Ruggero II

venerdì 28 Febbraio 2020 - 12:55
A Cefalù due giornate di studi  sul primo re normanno, Ruggero II

Fu il fondatore del primo "Regnum Siciliae" e il promotore di un sincretismo culturale che assicurò una convivenza possibile tra popoli e civiltà diverse. Il Comune organizza un convegno storico con la partecipazione di studiosi italiani e stranieri.

PALERMO – Fu il fondatore del primo “Regnum Siciliae” e il promotore di un sincretismo culturale che assicurò una convivenza possibile tra popoli e civiltà diverse. Anche Cefalù deve a Ruggero II d’Altavilla la parte più significativa della propria storia e per questo il Comune ha organizzato un convegno storico con la partecipazione di studiosi italiani e stranieri. La figura di Ruggero, nonno di Federico II, e il respiro culturale del suo regno saranno i temi conduttori di due giornate di studio – “Sotto lo sguardo di Ruggero” – che si terranno sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo 2020 nella sala delle Capriate del Comune.
Il convegno è il primo degli eventi che, a cadenza annuale, verranno organizzati dal centro studi intestato al primo re normanno. Il legame di Cefalù con Ruggero è testimoniato dal duomo che il sovrano fece costruire nel XII secolo e dove aveva pensato di trovare sepoltura (ora nella cattedrale di Palermo). Il centro studi a lui intitolato è stato costituito dal Comune e dal dipartimento di Scienze cognitive, psicologiche e pedagogiche dell’università di Messina. Obiettivo del centro è la promozione di una riflessione sulla conoscenza storica e la sua diffusione. “Informazione e conoscenza sono state devastate da negazione e falsificazione della memoria”, dice l’assessore alle politiche culturali di Cefalù, Vincenzo Garbo. “Ruggero II – sostiene il sindaco Rosario Lapunzina – ha dato alla Sicilia il faro di luce che smentisce l’idea del Medioevo come epoca buia e ha fatto diventare Cefalù la città d’arte e di cultura e il polo turistico che il mondo conosce e apprezza”. Il convegno approfondirà tra aree tematiche: “il sovrano”, “il regno di Ruggero II” e “la città del riposo negato”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684