Agrigento, nuovo confronto tra sindaci sull’Autonomia differenziata - QdS

Agrigento, nuovo confronto tra sindaci sull’Autonomia differenziata

redazione

Agrigento, nuovo confronto tra sindaci sull’Autonomia differenziata

giovedì 17 Novembre 2022 - 08:55

L’Assemblea del Libero Consorzio si riunirà nella giornata di domani per discutere della proposta avanzata dal ministro Calderoli e della variazione al Bilancio di previsione 2022/2024 dell’Ente

AGRIGENTO – È tornata a riunirsi nei giorni scorsi nell’aula Giglia del Libero Consorzio comunale l’Assemblea dei sindaci convocata dal commissario straordinario Raffaele Sanzo, per discutere di rete scolastica, variazioni al Bilancio di previsione e di autonomia differenziata.

L’assemblea ha eletto all’unanimità i sette componenti della Conferenza provinciale di organizzazione della Rete scolastica. Si tratta dei sindaci di Sciacca (Fabio Termine), Joppolo Giancaxio (Angelo Portella), Raffadali (Silvio Cuffaro), Alessandria della Rocca (Giovanna Bubello), Canicattì (Vincenzo Corbo), San Biagio Platani (Salvatore Di Bennardo) e Montallegro (Giovanni Cirillo). La Legge regionale 6/2000, prevede infatti che piani di dimensionamento delle istituzioni scolastiche vengano definiti in conferenze provinciali a cui partecipino, oltre al primo cittadino del comune capoluogo, anche sette sindaci eletti dall’Assemblea.

Il secondo punto all’ordine del giorno, che riguardava la variazione al Bilancio di previsione 2022/2024, è stato discusso attraverso la relazione del dirigente del settore Ragioneria generale ed Economato, Fabrizio Caruana che ha illustrato nei dettagli, agli amministratori presenti, il contenuto della proposta di variazione, assicurando “il permanere degli equilibri di bilancio sia nella gestione di competenza che nella gestione di cassa”. Tra i numerosi interventi su questo punto all’ordine del giorno, quello del vice sindaco di Joppolo Giancaxio, Domenico Migliara, che ha chiesto al commissario Sanzo e al segretario generale Pietro Amorosia di affrontare concretamente l’integrazione oraria del personale part-time, ormai tutto a tempo indeterminato per dare un aiuto e un sostegno concreto a decine di lavoratori. L’assessore Salvatore Mannino, in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Sciacca, ha posto l’accento sulla recente alluvione che ha coinvolto la città termale chiedendo un sostegno economico in questa direzione mentre il sindaco di Agrigento Franco Miccichè ha ringraziato l’Ente per il contributo economico di 50 mila euro per sostenere la candidatura di Agrigento a Capitale della cultura 2025.

Altri amministratori hanno spostato l’attenzione sulla viabilità provinciale chiedendo al commissario Sanzo e al segretario generale Amorosia di rivedere, insieme al dirigente dell’Ufficio tecnico Michelangelo Di Carlo, quelle che sono le priorità delle strade provinciali di collegamento con i piccoli comuni montani del territorio agrigentino. Al termine del dibattito, su proposta del sindaco di Santa Elisabetta, Alfonso Gueli, l’Assemblea dei sindaci ha deciso di non votare per la variazione al Bilancio chiedendo un rinvio per “approfondimenti”. La seduta è stata così aggiornata a domani, venerdì 18 novembre, alle 16 in unica convocazione in presenza.

Affrontato anche il terzo punto all’ordine del giorno riguardante la posizione dei sindaci in relazione alla proposta del ministro Roberto Calderoli sull’Autonomia differenziata, che secondo alcuni componenti dell’Assemblea potrebbe portare a un ulteriore divario tra Nord e Sud nell’attribuzione di fondi e finanziamenti. Su sollecitazione del commissario straordinario Raffaele Sanzo, il sindaco di Santo Stefano Quisquina Francesco Cacciatore, si occuperà di stilare un ordine del giorno che sarà portato a votazione dell’Assemblea nel corso della riunione di domani.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001