Agrigento, rifiuti sulle strade, la colpa è degli indisciplinati - QdS

Agrigento, rifiuti sulle strade, la colpa è degli indisciplinati

redazione

Agrigento, rifiuti sulle strade, la colpa è degli indisciplinati

mercoledì 15 Settembre 2021 - 00:25

La denuncia arriva direttamente dai vertici del Libero Consorzio dopo le lamentele circa le condizioni delle strade provinciali nei pressi di Favara: “Pessimo comportamento da parte di alcuni”

AGRIGENTO – A seguito di alcune segnalazioni sulla presenza di rifiuti lungo le strade provinciali, soprattutto nei pressi del comune di Favara, il Libero Consorzio comunale è intervenuto per fornire chiarimenti sull’attività svolta nell’area in questione a tutela del pubblico decoro.

“Sia nel 2020 che nel 2021 – hanno sottolineato dall’Ente intermedio – la bonifica di queste strade è stata realizzata senza risparmio di mezzi e risorse, e prosegue tuttora. In particolare sulle Sp n. 3, 13, 80 e sulla Nc 07 gli interventi per la rimozione di rifiuti generici e speciali va avanti a causa del pessimo comportamento di alcuni cittadini irrispettosi dell’ambiente e del decoro del nostro territorio che continuano ad abbandonare qualsiasi tipo di rifiuti lungo queste strade (ma non soltanto)”.

Come evidenziato dagli uffici del Libero Consorzio comunale di Agrigento e in particolare come spiegato dal commissario straordinario Vincenzo Raffo, “accade puntualmente, all’indomani dalla rimozione dei rifiuti, che ne vengano abbandonati nuovi e di ogni tipo, vanificando il gran lavoro dei nostri tecnici e dell’impresa aggiudicataria del servizio di bonifica”.

“Anche in questi giorni – ha aggiunto il commissario – a seguito delle abbondanti piogge, l’impegno del Settore Ambiente non è venuto meno e spiace constatare come ancora una volta l’inciviltà di alcuni vanifichi questo enorme dispendio di energie”.

Il Libero Consorzio proseguirà in questa azione di risanamento ambientale finché avrà risorse disponibili, ricordando che questa attività non ha subito rallentamenti nemmeno durante le fasi più delicate dell’emergenza Covid-19, con la bonifica non soltanto delle strade provinciali e delle aree adiacenti, secondo quanto previsto dalla normativa che assegna queste competenze alle ex Province (art. 160 della Legge Regionale n. 25/1993, Decreto Legislativo 152/2006), ma anche delle aree già sottoposte a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x