Al via concorso “Imprese per la sicurezza” - QdS

Al via concorso “Imprese per la sicurezza”

redazione

Al via concorso “Imprese per la sicurezza”

giovedì 17 Settembre 2020 - 00:00
Al via concorso “Imprese per la sicurezza”

Iniziativa promossa da Confindustria e Inail: un riconoscimento a chi investe in prevenzione. Le aziende finaliste potranno chiedere una riduzione del tasso di premio Inail

ROMA – Confindustria e Inail lanciano la VII edizione del premio “Imprese per la sicurezza”, realizzata con la collaborazione tecnica dell’Associazione premio qualità Italia (Apqi) e di Accredia, ente italiano di accreditamento.
L’iniziativa, alla quale è possibile iscriversi entro le ore 14 del prossimo 30 ottobre compilando i questionari online sul sito dell’associazione degli industriali, ha lo scopo di diffondere la cultura della prevenzione, premiando le aziende che si distinguono per l’impegno concreto e per i risultati gestionali raggiunti in materia di salute e sicurezza.

“La scelta di riproporre il premio in questa difficile congiuntura socio-economica, pesantemente condizionata dall’emergenza Coronavirus – sottolinea il presidente dell’Inail, Franco Bettoni – è un modo per confermare il nostro sostegno alle imprese che investono in prevenzione, mantenendo alta l’attenzione sul fenomeno infortunistico e tecnopatico.

Attraverso la valorizzazione delle iniziative più virtuose, puntiamo a innescare un processo emulativo che favorisca la diffusione delle buone pratiche per la salute e la sicurezza all’interno dei luoghi di lavoro.

Tutelare le lavoratrici e i lavoratori, infatti, non è soltanto un dovere civile ma rappresenta anche un valore competitivo per le aziende, che per essere raggiunto richiede uno sforzo collettivo e costante da parte delle istituzioni e delle organizzazioni sindacali e datoriali”.

Il premio è rivolto a tutte le imprese con stabilimenti in Italia, anche non aderenti al sistema Confindustria, ed è assegnato per tipologia di rischio (alto o medio-basso) e per dimensione aziendale, attraverso un processo di valutazione che prevede visite sul posto, nelle aziende che hanno superato le prime fasi di selezione, da parte di team di professionisti di Inail, Confindustria, Apqi e Accredia. Menzioni speciali saranno inoltre assegnate alle imprese che hanno sviluppato progetti specifici, per esempio in tema di formazione/informazione dei lavoratori e gestione di appalti/subappalti, o iniziative innovative in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Al termine del concorso, tutte le aziende partecipanti riceveranno un rapporto di valutazione sintetico, con l’indicazione del risultato raggiunto e della propria posizione rispetto alle altre imprese.

Le finaliste riceveranno un rapporto analogo ma più dettagliato, con l’indicazione dei propri punti di forza e delle aree che possono essere migliorate, e potranno anche richiedere la riduzione del tasso di premio Inail attraverso il modello OT24 (oscillazione per prevenzione), con le modalità descritte sul sito dell’Istituto.

SCADENZE
La domanda di partecipazione al concorso, promosso da Confindustria e Inail, potrà essere presentata, compilando i questionari che sono disponibili on line sul sito dell’associazione degli industriali, entro le ore 14 del prossimo 30 ottobre.

COME PARTECIPARE
Al termine del concorso, tutte le aziende partecipanti riceveranno un rapporto di valutazione sintetico, con l’indicazione del risultato raggiunto e della propria posizione rispetto alle altre imprese. Le finaliste riceveranno un rapporto analogo ma più dettagliato, con indicazione dei punti di forza e di quelli da migliorare.

REQUISITI
Il premio è rivolto a tutte le imprese con stabilimenti in Italia, anche non aderenti a Confindustria, ed è assegnato per tipologia di rischio (alto o medio-basso) e per dimensione aziendale, attraverso un processo di valutazione che prevede visite sul posto, nelle aziende che hanno superato le prime fasi di selezione, da parte di team di professionisti di Inail, Confindustria, Apqi e Accredia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684