Augusta, proseguono le tante iniziative per salvaguardare le saline del Mulinello - QdS

Augusta, proseguono le tante iniziative per salvaguardare le saline del Mulinello

Luigi Solarino

Augusta, proseguono le tante iniziative per salvaguardare le saline del Mulinello

giovedì 11 Aprile 2019 - 00:00
Augusta, proseguono le tante iniziative  per salvaguardare le saline del Mulinello

Presso l’auditorium comunale si è svolta una conferenza stampa organizzata da “Italia Nostra”
Da tempo alcune associazioni si battono contro la cementificazione di circa 80 ettari

AUGUSTA (SR) – Si moltiplicano le iniziative per la salvaguardia delle saline del Mulinello, importante area umida per il transito e lo svernamento di numerose specie di volatili selvatici, site nel territorio di Augusta. Da tempo alcune associazioni si battono contro la cementificazione di circa 80 ettari di saline per la realizzazione dei nuovi piazzali del vicino porto commerciale di Augusta.

Presso l’auditorium comunale di palazzo San Biagio si è svolta una conferenza-stampa, organizzata dalla sezione megarese di Italia Nostra, dal tema “Le saline del Mulinello. Patrimonio storico, artistico e paesaggistico”. La presidente, Jessica Di Venuta, ha illustrato l’importanza naturalistica e storica delle saline che rappresentano un inestimabile patrimonio da preservare ad ogni costo per la città di Augusta. Se bonificate, valorizzate e tutelate potrebbero diventare un importante risorsa economica attraendo numerosi turisti così come già avviene per le saline di Priolo.

La presidente di Italia Nostra Augusta ha letto il contenuto di una lettera della sovrintendente ai Beni culturali di Siracusa, Irene Donatella Aprile. In detta lettera è scritto che: “A seguito di recente sopralluogo si è evidenziato che l’area denominata le “Saline del Mulinello”, rappresenta ancora oggi per il territorio di Augusta un insieme paesaggistico e naturalistico di rilievo e mantiene le caratteristiche di cui all’attività agro-silvo-pastorali con la presenza, ancora evidente, di specie protette. Altresì si è evidenziata la testimonianza di pre-esistenze architettoniche nonché la probabile esistenza di testimonianze archeologiche preistoriche e di catacombe bizantine.

L’insieme di cui sopra fa sì che questa Soprintendenza ritiene di dover approfondire attraverso una serie di studi specifici sulla zona, finalizzati alla tutela paesaggistica e naturalistica in applicazione all’art. 136 del D.Lgs. n. 42/2004, al fine di evitare l’alterazione di quei luoghi ancora integri che eventuali interventi potrebbero comportare. A tal fine, la scrivente ha invitato la sezione paesaggistica competente in coordinamento con la sezione archeologica, di approfondire e quindi porre in essere l’avvio del procedimento di dichiarazione di sito di notevole interesse paesaggistico ai sensi dell’art. 138 del D.Lgs. n. 42/2004”.

Alla conferenza ha preso parte anche il consigliere comunale di Diems25, Giuseppe Schermi, che, ha rivolto un interpellanza, sulle saline del Mulinello, all’Assessorato regionale al Territorio e ambiente. Il dirigente del settore di gestione delle saline siciliane, Giuseppe Maurici, ha risposto che: “Il Piano di gestione approvato per il sito prevede, tra le azione ammissibili, per le quali non è necessario un approfondimento tecnico, l’estensione dei Sic (Sito d’interesse comunitario) con l’inclusione di aree limitrofe, avente priorità alta e al fine di completare la rete dei siti di tutela”.

Da aggiungere che: “La data a partire dalla quale l’area deve essere assoggettata a superiori vincoli risale al 7 dicembre 2017 allorchè è stato approvato il Piano. Ne consegue che la Via rilasciata nel 2007 per il progetto di ampliamento del porto commerciale debba essere interamente rivista”. Schermi ha già notificato al presidente dell’Autorità portuale e al sindaco Di Pietro la lettera di Maurici per i provvedimenti da prendere in autotutela.

Luigi Solarino

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684