Bagno a Ripoli, la bomba inesplosa era... una lavatrice - QdS

La bomba inesplosa era… una lavatrice: bizzarro ritrovamento a Bagno a Ripoli

webms

La bomba inesplosa era… una lavatrice: bizzarro ritrovamento a Bagno a Ripoli

webms |
venerdì 09 Settembre 2022 - 13:01

Allarme rientrato dopo la sorprendente scoperta: non c'erano i resti di un ordigno della Seconda Guerra Mondiale vicino al fiume Ema.

Pensavano ci fosse un ordigno bellico, una bomba inesplosa da rimuovere, ma in realtà si trattava di una lavatrice: la bizzarra vicenda è avvenuta lo scorso 31 agosto a Bagno a Ripoli, in provincia di Firenze (Toscana).

Solo negli ultimi giorni la vicenda è emersa, suscitando l’ilarità generale.

La bomba inesplosa era una lavatrice: l’incredibile scoperta

Lo scorso 31 agosto, il Comune di Bagno a Ripoli aveva annunciato il ritrovamento di un presunto ordigno bellico inesploso. Questa la nota: “Un residuato bellico è stato rinvenuto nei pressi del guado pedonale di Grassina, in via di Tizzano, all’altezza della pista ciclabile Gino Bartali. Il guado è stato transennato e interdetto al passaggio dei cittadini. Si raccomanda prudenza e di non violare il divieto di passaggio per la propria sicurezza e l’incolumità pubblica”.

“Si attende l’intervento di rimozione da parte degli artificieri coordinata da Prefettura e dai carabinieri. In seguito l’ordigno metallico, probabilmente la componente di una mina anticarro, sarà fatto brillare in un luogo lontano dal centro abitato”.

Gli artificieri sarebbero giunti perfino dall’Emilia Romagna per disinnescare la bomba inesplosa. Tuttavia, sul posto avrebbero realizzato nel giro di pochi minuti che non si trattava di un ordigno ma dei resti di una vecchia lavatrice gettata vicino al fiume Ema.

L’allarme è quindi rientrato dopo la bizzarra scoperta.

Fonte immagine: Dai Colli Fiorentini

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001