BONAFEDE A RIGOPIANO “SCUSE DA STATO PER NON AVERE DIFESO VITE” - QdS

BONAFEDE A RIGOPIANO “SCUSE DA STATO PER NON AVERE DIFESO VITE”

redazione

BONAFEDE A RIGOPIANO “SCUSE DA STATO PER NON AVERE DIFESO VITE”

sabato 18 Gennaio 2020 - 20:31
PESCARA (ITALPRESS) – “Nessuna delle vostre lacrime e delle vostre parole rimarrà qui oggi. La mia promessa è che lo Stato possa darvi al più presto la verità, affinchè i responsabili paghino”. Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a margine della commemorazione delle vittime dell’Hotel Rigopiano, nel terzo anniversario della tragedia che ha provocato 29 morti, promette ai familiari il suo impegno.
Il Guardasidagilli, incontrando i giornalisti ha rimarcato la necessità di “scrivere leggi che siano lo specchio della giustizia affinché tragedie come quella di Rigopiano non si verifichino più”. Leggi che consentano anche ai familiari delle vittime di drammi simili di “sentire che lo Stato vuole dare una risposta di giustizia”. Alfonso Bonafede, intervenendo nel Palazzetto dello Sport di Penne, dove si è tenuta la commemorazione a tre anni dalla tragedia, ha osservato che “la ferita di Rigopiano non è solo dei familiari delle vittime” ma rappresenta un dolore avvertito anche dallo Stato “come una ferita da provare a curare, pur sapendo che forse non si rimarginerà mai”.
Per il ministro “lo Stato deve stare vicino ai parenti di chi è morto e impegnarsi per cercare la verità e per dare una risposta di giustizia che oggi chiedono i familiari delle vittime”. “Oggi sono qui – ha proseguito rivolgendosi ai parenti delle persone uccise, ai soccorritori e a quanti sono rimasti coinvolti nella tragedia – a rappresentare uno Stato che deve essere qui in silenzio a dire ai familiari che è al loro fianco. Stato – ha rilevato – che chiederà scusa per non aver avuto la capacita di proteggere i loro familiari”.
(ITALPRESS).

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684