Caltanissetta, primo weekend per “Le Vie dei Tesori” - QdS

Caltanissetta, primo weekend per “Le Vie dei Tesori”

Annalisa Giunta

Caltanissetta, primo weekend per “Le Vie dei Tesori”

sabato 12 Settembre 2020 - 00:00
Caltanissetta, primo weekend per “Le Vie dei Tesori”

La manifestazione torna anche quest’anno, nel rispetto delle disposizioni anti Coronavirus. Tra le novità di quest’anno, un viaggio alla scoperta della storia del torrone nisseno

CALTANISSETTA – “Rinasci nella bellezza” è lo slogan dell’edizione 2020 de “Le Vie dei Tesori”, che per il quarto anno consecutivo farà tappa anche nel nisseno, nei weekend del mese di settembre a partire proprio da oggi.

Una manifestazione cresciuta negli anni che nel 2019 ha registrato in città ben diecimila visitatori con un incremento del 46% rispetto al 2018. Dieci i siti che saranno aperti al pubblico per essere ammirati dai visitatori e per svelare la loro storia, altri sono stati esclusi per rispettare le norme di sicurezza anti Covid.

“Spesso – ha affermato il sindaco Roberto Gambino – visitiamo le altre città e non conosciamo la nostra. ‘Le Vie dei Tesori’ ci porterà in luoghi vicini, ma da scoprire, come i nostri torronifici o il percorso delle miniere”.

“Per noi – ha detto Marcello Barbaro, vice presidente dell’associazione ‘Le Vie dei Tesori Onlus’ – è quasi un anno zero. In un momento così difficile avevamo immaginato di non fare la manifestazione, ma siamo stati invogliati dai Comuni che ci hanno chiesto di partecipare. Ci siamo subito resi conto che l’impostazione complessiva andava cambiata, basti pensare che consigliamo a tutti di prenotare le visite per evitare assembramenti. Non guardiamo di certo ai numeri straordinari degli altri anni, ma abbiamo voluto dare un segno di rinascita e di rinascita nella bellezza”.

Una manifestazione con tante novità dunque, così come annunciato già nei giorni scorsi dal Comune e dagli organizzatori. “Ripartiamo dal territorio – ha affermato l’assessore alle Attività produttive, Grazia Giammusso – e dalla nostra tradizione. ‘Le Vie dei Tesori è un’occasione non solo per far conoscere e valorizzare il territorio dal punto di vista architettonico e culturale, ma anche per far conoscere le nostre tradizioni culinarie come il torrone”.

Tra le novità, il festival condurrà alla scoperta del torrone nisseno e della sua produzione. “Il torrone – ha dichiarato Ermanno Pasqualino, dell’associazione Torrone di Caltanissetta – è uno dei tesori della nostra città. Grazie alla manifestazione sono previste delle visite a due aziende storiche del territorio, in cui oltre a conoscere la lavorazione e i prodotti spiegheremo l’obiettivo dell’associazione, che mira alla divulgazione e a far conoscere il torrone”.

L’organizzazione logistica anche quest’anno è stata affidata ai giovani di Creative spaces. “Sarà – ha spiegato il presidente dell’associazione, Eros Di Prima – un anno zero, di rinascita. Abbiamo dovuto tagliare i palazzi privati per ovvi motivi di sicurezza, ma in compenso riecco il Museo Diocesano e il Palazzo delle Poste. E si aggiungono la chiesa di Santa Flavia, con il percorso del convento, e la chiesa di San Sebastiano, di solito serrata”.

Tre settimane, da oggi al 27 settembre, in cui sarà possibile ammirare il complesso monumentale di Santa Maria degli Angeli e il cimitero monumentale; la casa del Mutilato con la lapide che proclama la vittoria nella Grande Guerra, firmata dal generale Diaz; i dipinti di Gino Morici al Palazzo delle Poste; la Cattedrale di Santa Maria La Nova; San Sebastiano con la sua cripta restaurata di recente; il Santuario di Santa Flavia e l’ex monastero dei Benedettini. Due i musei: l’Archeologico, progettato dal Minissi e il Museo Diocesano nel Seminario. Il percorso si chiuderà con il Palazzo del Carmine, sede del Comune, e il Teatro Regina Margherita con le sue opere “meccaniche”.

Per la prima volta, verranno organizzate due passeggiate: la prima scoprirà il Quartiere degli Angeli e degli antichi cortili arabi; l’altra sarà un trekking lungo la Valle delle Miniere, le cappelle votive dei minatori fino al cimitero dei Carusi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684