Caro energia, Confindustria Catania attiva task force a supporto delle imprese - QdS

Caro energia, Confindustria Catania attiva task force a supporto delle imprese

web-dr

Caro energia, Confindustria Catania attiva task force a supporto delle imprese

web-dr |
giovedì 27 Gennaio 2022 - 11:44

La task force monitorerà l'andamento della situazione raccogliendo le segnalazioni delle aziende circa le difficoltà incontrate di fronte a questa emergenza energetica

Il rincaro dell’energia sta colpendo duramente anche il sistema produttivo etneo mettendo in forse la ripresa.  I costi per la fornitura di energia, a livello nazionale,  per la manifattura italiana, passano dagli 8 miliardi circa nel 2019 a oltre 21 nel 2021 e a oltre 37 nel 2022.

Si tratta di un incremento del costo complessivo del +368% nel 2021 e di oltre 5 volte rispetto ai costi sostenuti nel 2020. Cifre queste che da sole testimoniamo la drammaticità della situazione.

Impatto dei costi devastante per le imprese energivore

“L’impatto dei maggiori costi – spiega il presidente di Confindustria Catania, Antonello Biriaco –   si sta abbattendo in primis, come è evidente,  sulle imprese energivore, ma riguarda  in modo trasversale tutti i settori produttivi. A peggiorare la situazione contribuisce il problema del caro materiali che per alcuni prodotti, legno e acciaio per esempio,  ha fatto segnare aumenti a tripla cifra. Per questo, in assenza di interventi immediati, non solo sarà difficile dare slancio a quella ripresa che si stava prospettando anche per la nostra economia, ma si rischia il fermo di molte attività” .

Una task force per raccogliere le segnalazioni degli imprenditori

Per analizzare l’impatto del fenomeno sul sistema produttivo catanese e proporre quindi misure utili a supportare le imprese, Confindustria Catania ha attivato un’apposita task force che sta monitorando l’andamento della situazione raccogliendo le segnalazioni delle aziende circa le difficoltà incontrate di fronte a questa emergenza e alle strategie di contrasto messe in atto per resistere all’escalation dei prezzi. 

“Gli interventi adottati dal Governo con il Decreto approvato il 21 gennaio scorso – aggiunge Biriaco – sono un passo avanti nella direzione giusta, ma non sono sufficienti a coprire gli extra costi sopportati dalle imprese. Temiamo che molte attività non potranno reggere questi aumenti. Per questo occorrono misure che da un lato puntino a soluzioni strutturali, dall’altro diano un aiuto immediato alle imprese fornendo loro la liquidità necessaria a  fronteggiare la situazione”. 

Il desk a supporto del sistema produttivo catanese denominato “Caro Energia”, al quale potranno rivolgersi anche le imprese non associate, è già attivo presso gli uffici di Confindustria Catania ed è raggiungibile ai seguenti contatti: 095 3420006 – info@confindustriact.it

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684