Catania, da chi spaccia a chi ruba corrente: i controlli dei carabinieri - QdS

Catania, da chi spaccia a chi “succhia” l’energia elettrica pubblica: i controlli dei carabinieri

web-sr

Catania, da chi spaccia a chi “succhia” l’energia elettrica pubblica: i controlli dei carabinieri

Redazione  |
giovedì 03 Novembre 2022 - 12:11

Si sono rivelati proficui i controlli effettuati in centro a Catania. Tante le irregolarità riscontrate dai militari.

Ieri i militari della Compagnia di Catania Piazza Dante, in collaborazione con i carabinieri del Nucleo Radiomobile, del 12° Reggimento “Sicilia” e con l’aiuto di personale tecnico dell’E-Distribuzione, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio volto al contrasto dell’illegalità diffusa, in particolare nei quartieri San Cristoforo e Castello Ursino.

Le perquisizioni

Durante l’operazione, il dispositivo di prevenzione dinamico, realizzato attraverso le numerose pattuglie su strada, ha consentito ai militari dell’Arma di effettuare diverse perquisizioni personali e veicolari nei confronti dei numerosi automobilisti fermati nei posti di controllo, dislocati sulle vie e arterie stradali a maggiore circolazione stradale.

In tale contesto, i carabinieri hanno scovato un 37enne catanese, trovato in possesso di 7 involucri contenenti marijuana. Quest’ultimo è stato quindi denunciato per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

Sempre nel corso dei servizi di prevenzione rivolti agli utenti della strada, le Gazzelle dell’Arma hanno proceduto ad identificare più di un centinaio di persone e a controllare una cinquantina di veicoli; in tale contesto operativo, i carabinieri hanno accertato più di venti violazioni al Codice della Strada, soprattutto per mancata copertura assicurativa, mancata revisione periodica e guida senza patente, elevando sanzioni amministrative per un importo di oltre 4mila euro, nonché operando il sequestro/fermo amministrativo ai danni di 3 veicoli.

Il furto di energia elettrica

Per quanto concerne invece gli esiti delle attività ispettive realizzate ai tecnici di “E-Distribuzione”, è stata denunciata una 48enne catanese per “furto aggravato” di energia elettrica. La donna infatti, nella sua abitazione in zona Castello Ursino, aveva eseguito un allaccio diretto abusivo alla rete elettrica pubblica, con un danno stimato per la società erogatrice di divere migliaia di euro.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001