Cateno De Luca: “La mia campagna elettorale a mani nude” - QdS

Cateno De Luca: “La mia campagna elettorale a mani nude”

Raffaella Pessina

Cateno De Luca: “La mia campagna elettorale a mani nude”

giovedì 22 Settembre 2022 - 06:20

Il leader di ‘Sud chiama Nord’ oggi a Messina, domani a Palermo. Regionali: caro bollette, infrastrutture e sviluppo in primo piano

PALERMO – Ultimi passi per i candidati alla presidenza della Regione, i cui comizi conclusivi si concludono tra oggi e domani. Poi ci sarà il silenzio elettorale.

Cateno De Luca, leader di ‘Sud chiama Nord’, ha parlato di oltre due mesi vissuti intensamente, “Abbiamo condotto questa campagna a mani nude tra la gente. È stata la campagna elettorale dei siciliani – ha detto De Luca -. Il popolo ha scelto di scendere in piazza alla luce del sole. Ovunque siamo stati abbiamo trovato le piazze piene di gente. La partecipazione è stata straordinaria. Un chiaro segnale dell’entusiasmo che il progetto ‘De Luca sindaco di Sicilia’ è riuscito a suscitare. Abbiamo fatto del nostro meglio, non ci siamo risparmiati e lo abbiamo fatto perché la nostra è una missione: cambiare tutto finalmente!” Gli ultimi appuntamenti vedranno De Luca ancora una volta nelle piazze siciliane: oggi in programma il comizio a Messina in piazza Duomo alle 22 e la chiusura a Palermo, venerdì 23, sarà in piazza Politeama alla stessa ora.

Il candidato presidente Gaetano Armao della lista Azione–Italia Viva, concluderà la campagna elettorale venerdì 23 Settembre dalle ore 18 in poi a Palermo al Parco Villa Filippina (P.zza San Francesco di Paola, 18). Uno degli ultimi incontri ha visto Gaetano Armao confrontarsi con i dirigenti di Confcommercio. “In Sicilia le ZES sono state implementate – ha detto Armao – da ulteriori vantaggi fiscali così da definirle super ZES. “La proposta che mi sento di avanzare è la necessità di estendere le ZES alle zone turistiche che oggi non sono comprese”. Concludendo il suo intervento il candidato ha evidenziato che “l’attrazione di investimenti e di un efficace sviluppo delle imprese siciliane è connesso alle opportunità fiscali che derivano dalla condizione di insularità.

Ieri, invece, si è svolto a Pedara, in piazza Don Diego alle 19 l’incontro elettorale della candidata del Centrosinistra, Caterina Chinnici. Presenti alla manifestazione, oltre al sindaco di Pedara, Alfio Cristaudo, il deputato europeo Giovanni Barbagallo, Fabio Roccuzzo, sindaco di Caltagirone, e Mario Giro già viceministro. In chiusura l’intervento di Caterina Chinnici e del “padrone di casa”, il segretario regionale del PD siciliano, Anthony Barbagallo. Tra i punti principali del suo programma elettorale vi è la costituzione di un ufficio speciale “per imprimere massima efficacia alla spesa dei fondi europei, che costituiscono un passe-partout verso lo sviluppo economico, infrastrutturale e sostenibile del territorio”. Poi un nuovo assessorato dedicato alle politiche per i giovani “con l’obiettivo, fra l’altro, di sostenere la nascita di start-up e creare centri di co-working”.

Il candidato M5S Nuccio Di Paola, in collegamento da remoto all’incontro con Confcommercio a Palermo, ha detto che “ai commercianti e alle imprese bisogna dare presto risposte su strade, sburocratizzazione, infrastrutture, turismo e, soprattutto, sul caro bollette. Per cercare di varare un provvedimento contro il caro energia, che sta mettendo a serio rischio la sopravvivenza di parecchie imprese, eravamo ponti a raccogliere la proposta di Confindustria e a stoppare la campagna elettorale e lo abbiamo dichiarato pubblicamente, ma è seguito il nulla”. “Tutte le nostre proposte – ha concluso il pentastellato – sono aperte alla partecipazione delle associazioni di categoria, per le quali la porta della Regione sarà sempre aperta, nel segno della massima collaborazione e concertazione”.

Renato Schifani, candidato del centrodestra ha parlato di insularità. “Mi batterò a Roma con convinzione per attuare le norme sul principio di insularità con misure comparative sul costo dei trasporti per i siciliani, a maggior ragione per coloro che abitano le nostre meravigliose isole, due volte penalizzati”. “Terrò per me la delega sulle nostre isole affinché i cittadini che le abitano possano essere tutelati al massimo sia sotto il profilo della carenza di personale sanitario e delle strumentazioni che sul fronte dei trasporti e dei collegamenti diretti che risultano insufficienti e non sempre corrispondenti ai reali bisogni della popolazione residente. Dobbiamo rafforzare la sanità delle nostre isole – ha concluso – garantendo il diritto alla salute dei cittadini che non possono essere considerati di serie b”. Oggi sarà a Messina per parlare di salute e sicurezza.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684