Cgia di Mestre, raffica di scadenze a novembre per le imprese: 69 miliardi al Fisco

Cgia di Mestre, raffica di scadenze a novembre per le imprese: 69 miliardi al Fisco

Daniele D'Alessandro

Cgia di Mestre, raffica di scadenze a novembre per le imprese: 69 miliardi al Fisco

Redazione  |
sabato 05 Novembre 2022 - 16:39

La Cgia di Mestre lancia l'allarme in vista del mese di novembre, in cui le imprese saranno tenute a rispettare scadenze fiscali pesantissime.

Sarà un novembre delicato per le imprese italiane, chiamate a rispettare dal 16 al 30 novembre una serie di scadenze fiscali rilevanti. Il fisco, secondo quanto analizzato dall’ufficio studi della Cgia di Mestre, incasserà circa 69 miliardi di euro nelle prossime settimane, in un novembre che da sempre costituisce uno dei mesi più “redditizi” dell’anno per l’erario.

Dall’Iva all’Irpef, tutti gli incassi previsti

Le imprese dovranno versare l’Iva (19 miliardi), l’Ires (16,2 miliardi), le ritenute dei dipendenti e dei collaboratori (12,5 miliardi).

Previsto, poi, il pagamento dell’Irap (10,9 miliardi), l’acconto Irpef per i dipendenti (7,3 miliardi) e le ritenute d’acconto sui compensi dei professionisti (1,2 miliardi).

Cgia: “Occorre tagliare imposte per salvare imprese”

Novembre, come detto, sarà un mese complicato, considerando le problematiche importanti che stanno attanagliando il paese come il caro energia e il boom dell’inflazione.

“Per evitare – afferma la Cgia – che tanti piccoli imprenditori oggi in difficoltà per il caro energia, il boom dell’inflazione e per la contrazione dei consumi chiudano le proprie l’attività, è auspicabile che in tempi ragionevolmente brevi il nuovo governo provveda a tagliare drasticamente le imposte, al fine di ammorbidire anche i versamenti relativi alle scadenze più critiche di ogni anno, cioè i mesi di giugno-luglio e di novembre-dicembre”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001