Cinque casi di Covid tra i dipendenti dell'Asp Siracusa - QdS

Cinque casi di Covid tra i dipendenti dell’Asp Siracusa

Luigi Solarino

Cinque casi di Covid tra i dipendenti dell’Asp Siracusa

sabato 24 Ottobre 2020 - 00:00
Cinque casi di Covid tra i dipendenti dell’Asp Siracusa

L’avanzata inesorabile del Covid-19 non ha risparmiato dal contagio i dipendenti dell’Asp di Siracusa

Sono cinque, fino ad ora, le persone positive al Covid-19 individuate tra i dipendenti dell’Azienda sanitaria provinciale di Siracusa. Tra queste, tutte asintomatiche, figura anche il direttore generale dell’Asp, Salvatore Lucio Ficarra. Si è in attesa dell’esito dei tamponi cui è stato sottoposto l’intero personale e tutti coloro che sono venuti in contatto con i cinque positivi. Inoltre, gli uffici dell’Asp sono stati sottoposti ad interventi di sanificazione.

In precedenza, erano stati riscontrati nell’ospedale Umberto I di Siracusa altri casi di positività al Covid-19 tra il personale sanitario e parasanitario. I suddetti episodi, verificatisi nell’arco di breve tempo, hanno spinto i rappresentanti sindacali provinciali del settore a chiedere un deciso slancio da parte dell’Asp aretusea per affrontare il rischio di una seconda ondata di contagi da Covid-19 tra il personale sanitario e amministrativo.

“Una programmazione chiara ed attenta, una sorta di piano Marshall che abbia l’obiettivo di evitare una scongiurabile diffusione dell’infezione virale da Covid-19 fra il personale sanitario e parasanitario, oltre che fra quello amministrativo e dei servizi esternalizzati, al fine di non compromettere la continuità dei servizi di assistenza e cura”.

È, difatti, quanto chiedono il segretario generale della Funzione pubblica Cisl di Ragusa e Siracusa, Daniele Passanisi, ed il responsabile del Dipartimento Sanità pubblica della Fp Cisl di Ragusa e Siracusa, Mauro Bonarrigo.

“Apprendiamo che l’avanzata inesorabile del Covid-19 anche nella provincia di Siracusa non ha risparmiato ancora una volta dal contagio i dipendenti dell’Asp di Siracusa – hanno commentato Passanisi e Bonarrigo – dopo i recenti episodi registrati fra il personale sanitario dell’Ospedale “Umberto I” e di qualche caso sporadico negli altri nosocomi provinciali e fra cui annoveriamo anche diversi dirigenti sindacali, nell’occasione attuale si tratta prevalentemente di personale addetto a mansioni amministrative, finanche a colpire lo stesso direttore generale, Ficarra. Auguriamo a tutti una pronta guarigione ed una celere ripresa delle attività, nella consapevolezza che il sicuro maggior rischio che corre nel contesto ospedaliero è giunto sino al palazzo dell’amministrazione”.

I due sindacalisti hanno posto l’accento sull’importanza di rafforzare le relazioni ed il dialogo tra le forze sociali e l’Asp. “Siamo dell’idea che nei prossimi mesi serviranno dialogo, confronto e collaborazione col sindacato – hanno concluso Passanisi e Bonarrigo – affinchè le esperienze di tutti possano tornare utili a salvaguardare più possibile la sicurezza e l’incolumità dei lavoratori e la salute dei cittadini.

La storia recente ci ha insegnato che è indispensabile ascoltare la voce dei lavoratori direttamente impegnati sul campo, per adottare, e correggere all’occorrenza, le misure necessarie a limitare il pericolo di contagio che, ovviamente, è molto presente nella quotidianità lavorativa di tutti gli operatori sanitari, soprattutto di quelli impegnati nell’emergenza-urgenza. Siamo fiduciosi che in questa occasione il nostro grido di allarme non rimanga inascoltato, e speranzosi che, con il contributo ed il sacrificio di tutti, si torni il più presto possibile alla vita normale”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684