“Clean Licata”, un esempio di cittadinanza socialmente attiva - QdS

“Clean Licata”, un esempio di cittadinanza socialmente attiva

redazione

“Clean Licata”, un esempio di cittadinanza socialmente attiva

sabato 24 Aprile 2021 - 00:00

Nel 2017 a Licata, una città in provincia di Agrigento, un gruppo di ragazzi del liceo Vincenzo Linares ha preso l’iniziativa di pulire il porto e le spiagge di Licata

Nel 2017 a Licata, una città in provincia di Agrigento, un gruppo di ragazzi del liceo Vincenzo Linares ha preso l’iniziativa di pulire il porto e le spiagge di Licata, ovvero alcune delle zone del paese più frequentate e perciò maggiormente soggette all’inquinamento da parte non solo dei cittadini ma anche dai turisti.

Il progetto dal nome “cleanLicata”, parte dalla volontà di restituire ai luoghi il loro originale splendore, danneggiato dall’irresponsabilità e dall’inciviltà di alcune persone. I ragazzi hanno trovato rifiuti risalenti anche a molti anni precedenti: infatti la plastica, il vetro e molti altri materiali possono impiegare anche decenni per deteriorarsi. I ragazzi in tutto ciò non erano soli, infatti hanno contribuito anche altre associazioni licatesi come Legambiente, Wwf, A Testa alta.

Lo scopo di questo evento non è solo ripulire la città ma rendere noto, denunciare, che il mondo ha bisogno di persone che si prendino la responsabilità di tenere la propria casa pulita, perché ormai sta affrontando seri problemi per colpa dell’inquinamento causato dall’uomo.

Noi abbiamo avuto il piacere di partecipare in prima persona a questa iniziativa, e non mi riferisco solo alla pulizia del porto, ma facendo del nostro meglio per non inquinare, per riciclare, non consumare il superfluo. Tutti possiamo, anzi dobbiamo necessariamente fare la nostra parte!

Dobbiamo diffondere un messaggio di solidarietà attraverso progetti come questo, articoli, blog. Solo se lavoriamo tutti insieme attraverso piccole azioni possiamo realizzare grandi cambiamenti. Abbiamo una sola Terra: impariamo ad amarla, rispettarla e soprattutto custodirla per noi e per il nostro futuro!

SOFIA LA COGNATA
FLAVIA CUTTAIA
V A Scienze Umane
Liceo “Vincenzo Linares”

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x