Collettore, eseguito “l’80% dei lavori”. Cantieri aperti nel centro di Aci Castello - QdS

Collettore, eseguito “l’80% dei lavori”. Cantieri aperti nel centro di Aci Castello

Desiree Miranda

Collettore, eseguito “l’80% dei lavori”. Cantieri aperti nel centro di Aci Castello

venerdì 14 Giugno 2019 - 00:04
Collettore, eseguito “l’80% dei lavori”. Cantieri aperti nel centro di Aci Castello

A Catania i primi interventi dovrebbero partire ad agosto, ma non c’è ancora una data

CATANIA – Con un ritmo di marcia decisamente diverso da quello che dovrebbero avere, ma vanno comunque avanti i lavori per realizzare la condotta fognaria che porterà i reflui dei comuni di Acicastello, Acireale, Aci Catena e Catania al depuratore di Pantano D’Arci.

“Siamo circa all’80% del lavoro”, dice il responsabile della sicurezza dei cantieri per il Genio civile, l’ingegnere Ignazio Cassaniti. L’opera è molto attesa dai cittadini i quali attualmente non godono di un sistema fognario, con gli scarichi che sono per la maggior parte a perdere e, dunque, dannosi per tutto l’ecosistema marino. Una situazione che ogni anno viene sanzionata dalla Comunità europea e che dovrebbe migliorare una volta realizzata la condotta. Un paradosso assoluto se si pensa che ad Acicastello c’è l’area marina protetta “Isole dei Ciclopi”.

La copertura però non sarà del 100% del territorio. Questa percentuale potrà essere raggiunta con un ulteriore progetto, il quale sarebbe già in fase avanzata, che prevede una serie di condotte secondarie che si colleghino alla costruenda condotta principale e che prevede un costo di ulteriori 10 milioni di euro circa.

I lavori in corso, secondo le tempistiche di contratto, avrebbero dovuto essere già conclusi da circa un mese, ma sono stati tanti e diversi gli intoppi. “In questo momento gli interventi sono all’interno del centro abitato di Acicastello”, afferma Cassaniti. “Stanno lavorando su via Ferretti e via Muscarà e ne avranno ancora per una ventina di giorni. A breve inoltre inizieranno su via Leopoldo e di recente sono ripartiti su via Livorno, dove c’è il ponte Spagnola. Questo è stato già collaudato dopo i lavori di consolidamento, quindi la parte di via Livorno è utilizzabile. In questa zona i lavori durerenno poco, da una settimana a un massimo di deieci giorni”.

Una volta completati questi tratti, i lavori si sposteranno di nuovo nella zona del lungomare castellese. Sarà interessato, in particolare, il tratto da via Pezzana a via Antonello Da Messina. Qui i lavori erano iniziati qualche mese fa, ma poi sono stati interrotti perché si è dovuto affrontare il problema dei sottopassi condominiali fino al mare. “Si è dovuto fare una livelletta nuova per non danneggiarli”, spiega Cassaniti. D’altro canto si tratta di un percorso tutto in discesa fino all’hotel Sheraton, per cui sarà necessario “sfruttare la pendenza naturale”. Nel tratto successivo, invece, la strada è in salita fino a Ognina e quindi saranno montate delle pompe di rilancio.

Oltre gli scavi, i lavori prevedono anche il rifacimento del manto stradale nelle zone in cui l’intervento può essere considerato concluso. Particolarmente sconnesso è l’asfalto su via Livorno. “Appena si chiude il cantiere in corso sistemeremo definitivamente tutta l’area”, afferma ancora Cassaniti.

Non è ancora chiaro, invece, quando e come si farà l’intervento nel Comune di Catania. A breve dovrebbe esserci una riunione, sebbene non è ancora stato fissato il giorno, per fare alcune valutazioni per la zona di Ognina. Gli scavi interesseranno proprio piazza Mancini Battaglia e l’assessore ai Lavori pubblici Arcidiacono ha già dichiarato al nostro giornale che vorrebbe fossero eseguiti nel mese di agosto, quando in città ci sono meno persone, per risurre al minimo i disagi. Di definitivo ancora non c’è nulla.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684