Aidone in prima fila per diffusione lettura tra i giovani - QdS

Aidone in prima fila per diffusione lettura tra i giovani

redazione

Aidone in prima fila per diffusione lettura tra i giovani

sabato 12 Dicembre 2020 - 00:00
Aidone in prima fila per diffusione lettura tra i giovani

Si è conclusa anche sul territorio comunale l’iniziativa dal titolo “Io leggo perché 2020”. Tra gli obiettivi del progetto c’è quello di arricchire le biblioteche delle scuole partecipanti

AIDONE (EN) – Si è chiusa da qualche giorno in tutta Italia la campagna nazionale di promozione del libro e della lettura “Io leggo perché 2020″, che ha visto aderire migliaia di scuole e librerie da Nord a Sud, con l’obiettivo di arricchire le biblioteche scolastiche attraverso la donazione di libri.

Un’iniziativa che ha coinvolto anche il Comune di Aidone e su cui si è espresso con soddisfazione il sindaco Nuccio Chiarenza. “Siamo stati contenti – ha detto – di supportare l’adesione dell’Istituto comprensivo Cordova-Capuana, che ha partecipato all’evento non soltanto gemellandosi con tre librerie del territorio per acquisire libri per le biblioteche d’istituto, ma impegnandosi in un contest fotografico che ha coinvolto centinaia di bambini dell’infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado. Ognuno di loro ha scelto un libro ed estrapolato una frase che lo attirava particolarmente, motivando la scelta”.

Gli alunni hanno anche partecipato a incontri a distanza dalle librerie gemellate, dove lettori volontari (tra cui l’assessore al Patrimonio culturale Serena Raffiotta) hanno letto il racconto “L’uomo che rubava il Colosseo” di Gianni Rodari, meditando sul valore del patrimonio culturale come identità da tutelare.

Il progetto “Aidone città che legge”, inaugurato lo scorso agosto in coincidenza con il conseguimento della qualifica dal Cepell, ha iniziato a dare i suoi primi frutti attraverso questa azione di sensibilizzazione alla lettura. “Un ringraziamento particolare – ha concluso il sindaco Chiarenza – va al dirigente scolastico e a tutti gli insegnanti che hanno aderito al progetto, ma anche agli alunni e alle famiglie che hanno risposto col sorriso e numerosissimi alla proposta di partecipazione”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684