Controlli sulle aziende, la Regione Siciliana sceglie l’informatizzazione - QdS

Controlli sulle aziende, la Regione Siciliana sceglie l’informatizzazione

Michele Giuliano

Controlli sulle aziende, la Regione Siciliana sceglie l’informatizzazione

venerdì 18 Dicembre 2020 - 00:00
Controlli sulle aziende, la Regione Siciliana sceglie l’informatizzazione

Più facile la consultazione dei dati di interesse dell’Amministrazione, dei registri e dei protesti. È stato acquisito per un anno il software di Infocamere per accedere alle banche dati

Un nuovo modo per approcciarsi alle attività di controllo delle aziende. Il lockdown, lo smartworking necessario per evitare spostamenti superflui, la seconda ondata di contagi che stanno costringendo tutti a nuova e maggiore cautela, hanno accelerato i tempi e fatto comprendere quanto l’informatizzazione sia necessaria per svolgere al meglio le proprie attività.

In questa ottica, sono stati acquisiti per un anno dall’assessorato regionale alle Attività produttive gli applicativi software per l’accesso al Registro Imprese e interoperabilità con il Registro Nazionale Aiuti, da parte di Infocamere, la Società Consortile di informatica delle camere di commercio italiane per azioni SpA. La piattaforma consente, attraverso il sistema ‘Telemaco’, di estrarre le elaborazioni di interesse dell’amministrazione.

Sarà acquistato il software per l’acquisizione di dati Registro Imprese, per un costo una tantum di 12 mila euro, il software per l’interoperabilità con il Registro Nazionale Aiuto, che costa 8 mila euro, e il web service di interrogazione “Registro Imprese” e “Scheda Persona”, che prevede un costo per il settaggio di 4 mila euro, e di 17 mila euro per i primi 100 mila codici fiscali elaborati, mentre i successivi 100 mila costeranno 15 centesimi ciascuno. Considerato che in base alle previsioni di utilizzo non si dovrebbero superare le 100.000 operazioni, i costi ammonterebbero a 24 mila euro al momento della sottoscrizione, ed a 17 mila euro al termine del periodo di annuale utilizzo, entrambi oltre Iva al 22%.

In particolare, i software risultano essenziali per la gestione informatica delle attività di istruttoria e di controllo sulle domande presentate per l’avviso relativo al “Plus Sicilia” in corso di emissione, e rientrano tra le finalità dell’Asse Prioritario 11 del Programma, ed in particolare nell’obiettivo specifico 11.1-Garantire livelli adeguati di efficienza, efficacia, qualità, tempestività per l’implementazione del Programma, che tra le attività indica: “semplificazione e trasparenza di processi e procedure, volte sia a snellire il complesso iter burocratico dell’assegnazione dei fondi sia a garantire una corretta e opportuna informazione ai potenziali beneficiari”. Un supporto importante per le attività di InfoCamere, società di informatica delle camere di commercio italiane, braccio tecnologico e struttura di eccellenza per la gestione del patrimonio informativo del sistema camerale.

L’accesso al servizio Registri Europei permette di consultare online i dati delle imprese appartenenti agli Stati aderenti al network Ebr (European Business Register), Geie (Gruppo Europeo di Interesse Economico) costituito dai Gestori dei Registri Imprese Europei secondo le norme vigenti in ciascuno Stato. Questo servizio garantisce a tutti gli operatori del mercato un facile accesso alle informazioni di carattere legale ed economico delle imprese europee, tramite dei profili di interrogazione e di reportistica standard. Progettando e sviluppando le soluzioni informatiche più innovative e aggiornate, Infocamere può quindi collegare tra loro quotidianamente le camere di commercio, mettendole in rete con tutti gli attori del sistema produttivo italiano: imprese, cittadini, pubblica amministrazione, associazioni di categoria, ordini professionali e operatori dell’informazione economica.

Una delle realizzazioni più significative di InfoCamere per le Camere di Commercio è il Registro Imprese telematico, anagrafe economica e strumento di pubblicità legale delle aziende, istituito fin dall’origine, nel 1993, come registro informatico: caratteristica che lo ha reso una novità assoluta in campo europeo. Ai servizi tradizionalmente offerti da InfoCamere, nel tempo se ne sono affiancati altri che vedono il sistema camerale ed InfoCamere ricoprire il ruolo di snodo per l’erogazione di servizi da e verso la pubblica amministrazione e per la gestione di flussi di pagamento correlati ai servizi erogati.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684