Anche Catenanuova nel coordinamento per la pace e i diritti umani - QdS

Anche Catenanuova nel coordinamento per la pace e i diritti umani

Elisa Saccullo

Anche Catenanuova nel coordinamento per la pace e i diritti umani

venerdì 15 Novembre 2019 - 00:00
Anche Catenanuova nel coordinamento per la pace e i diritti umani

L’obiettivo principale è assicurare a tutti i cittadini dignità, sicurezza e le stesse opportunità. La Giunta ha approvato una delibera per condividere il progetto che interessa le città

CATENANUOVA (EN) – Raccogliendo l’invito di Papa Francesco ad affrontare la grande crisi sociale e ambientale planetaria, come indicato nella lettera Enciclica “Laudatio si”, il Comune ha deciso di aderire al Coordinamento nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani.

La Giunta comunale ha approvato una delibera con cui l’Ente ha deciso di condividere il progetto del Coordinamento nazionale che di ogni città intende fare un “Cantiere di pace”, teso a far crescere “l’economia della fraternità, investire sui giovani e sulla scuola, abbattere i muri che minacciano i diritti umani, i beni comuni, la nostra voglia di pace, libertà e giustizia”.

“Siamo consapevoli – ha detto il vice sindaco Rita Papa – che per promuovere lo sviluppo della nostra comunità e assicurare a tutti i cittadini dignità, sicurezza, pari diritti e opportunità, sia indispensabile contribuire fattivamente al raggiungimento entro il 2030 dei 17 ‘Obiettivi di sviluppo sostenibili’ promossi dalle Nazioni Unite”.

Con tale adesione il Comune di Catenanuova ha riconosciuto l’importanza di agire assieme alle altre istituzioni locali e il prezioso ruolo del Coordinamento nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani, che da 33 anni promuove e coordina le attività di centinaia di Comuni, Province e Regioni in una strategia positiva.

“Siamo convinti – ha aggiunto il vice sindaco – che anche la nostra comunità possa essere un ‘Cantiere di pace’ e un importante laboratorio per la costruzione di un’Italia, un’Europa e un Mondo più giusto, solidale e pacifico. Intendiamo promuovere, in collaborazione col Coordinamento nazionale e quanti di renderanno disponibili sul territorio, la costruzione di una cultura e politica di pace mediante iniziative culturali, di educazione, di informazione, solidarietà e cooperazione che tendano a fare del territorio comunale una terra di pace”.

“Anche il nostro Comune – ha concluso Rita Papa – fa parte adesso delle città per la pace e i diritti umani. Con tale iniziativa Catenanuova quindi si schiera contro le disuguaglianze, la violenza, i conflitti, le guerre, il terrorismo che si stanno diffondendo nel mondo, costringendo milioni di persone ad abbandonare i propri paesi e minacciando la stabilità mondiale”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684