Coronavirus, crociere, la Costa Deliziosa è salpata da Trieste - QdS

Coronavirus, crociere, la Costa Deliziosa è salpata da Trieste

redazione web

Coronavirus, crociere, la Costa Deliziosa è salpata da Trieste

lunedì 07 Settembre 2020 - 00:21
Coronavirus, crociere, la Costa Deliziosa è salpata da Trieste

Anche Catania e Siracusa nel viaggio di una settimana lungo la penisola e con passeggeri italiani. Tutte le misure di protezione studiate dagli esperti per un viaggio in assoluta sicurezza. Brancaleoni, "Rsponsabilità e progressività"

È salpata poco dopo le 18 di ieri dal porto di Trieste la Costa Deliziosa, la prima nave da crociera della compagnia Carnival a tornare in mare dopo il lockdown.

A bordo ha trecentocinquanta passeggeri, ai quali se ne aggiungeranno altri durante le successive tappe per un totale di poco meno di cinquecento persone, ben al di sotto, dunque, rispetto alla capienza massima della nave.

Una decisione della compagnia, finalizzata a testare il nuovo protocollo di sicurezza sviluppato con un gruppo di esperti.

Le misure di protezione prevedono test con tampone per tutti gli ospiti e l’equipaggio, controllo della temperatura, visite delle destinazioni con escursioni protette, nuove modalità di fruizione dei servizi di bordo, potenziamento della sanificazione e dei servizi medici.

Il viaggio della nave durerà una settimana e toccherà i porti di Bari, Brindisi, Corigliano-Rossano, Siracusa e Catania, per poi fare ritorno a Trieste in vista della successiva partenza.

“È un momento – ha dichiarato al momento della partenza Massimo Brancaleoni, Senior Vice President World Wide Sales di Costa – storico ed emozionante. La ragione per cui sono qua è proprio perché rappresenta una reale ripartenza”, .
Brancaleoni ha auspicato che gli ospiti della Costa Deliziosa “possano godere di quest’esperienza e, soprattutto, che noi possiamo raccogliere nuove opportunità da questa incredibile tragedia, come quella di avere una crociera con soli porti italiani che non avremmo mai pensato prima”.

“Occorre – ha aggiunto – guardare all’interno di questo ecosistema così perturbato a nuove opportunità per crescere con vigore e con forza ed essere più bravi rispetto al passato”.

Brancaleone ha infine indicato due “parole chiave: responsabilità e progressività”.

“Questa crociera – ha concluso – è una prova che ci aiuterà a testare sia i protocolli, sia la qualità dell’esperienza che forniremo ai nostri ospiti: ascoltandoli magari modificheremo qualcosa. Si tratta di imparare e ascoltare”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684