Il Comune di Catenanuova scommette sulle vaccinazioni - QdS

Il Comune di Catenanuova scommette sulle vaccinazioni

Elisa Saccullo

Il Comune di Catenanuova scommette sulle vaccinazioni

giovedì 16 Settembre 2021 - 00:00

Il sindaco Carmelo Scravaglieri ha diramato una circolare con l’obiettivo di sensibilizzare i dipendenti comunali e tutti coloro i quali gravitano intorno al Municipio, come i percettori di Rmi

CATENANUOVA (EN) – Anticipando per certi versi anche le disposizioni nazionali, il sindaco Carmelo Scravaglieri ha diramato una circolare con cui ha invitato tutti i dipendenti comunali a vaccinarsi. “Non possiamo permetterci altri lockdown – ha detto – dunque faccio appello al senso civico di ciascuno, ricordando che la salvaguardia della salute personale e pubblica e della stessa pubblica economia passa attraverso il senso di corresponsabilità di ognuno di noi”.

Il sindaco ha richiamato a sostegno del suo provvedimento l’ordinanza n.88 del 2 settembre scorso del presidente della Regione siciliana e l’art. 3 della precedente ordinanza presidenziale n.75 del 7 luglio scorso. “Tutti i dipendenti comunali – ha affermato – nonché tutti coloro che operano in seno alle attività municipali, cioè i percettori del Rmi e gli addetti ai cantieri di servizio, e in particolare coloro che nell’esercizio dei propri compiti d’ufficio si trovino a instaurare contatti diretti col pubblico, sono formalmente invitati a vaccinarsi”.

Il primo cittadino ha evidenziato che la somministrazione del siero anti Covid sia l’unico modo per contrastare il diffondersi del virus e “difendersi dai gravi danni che esso provoca nel nostro organismo e dei conseguenti costi sociali”.

Poiché alcuni dipendenti comunali sono risultati positivi al Covid-19, sono stati intensificati interventi di sanificazione negli uffici del Comuni. E anche per questo il sindaco ha evidenziato come la circolare emanata si reputi necessaria “perché anche nel nostro paese stiamo registrando una nuova preoccupante impennata del contagio da Covid 19, che a causa delle varianti non solo si diffonde più rapidamente e colpisce anche le fasce più giovani della popolazione, ma determina una situazione patologica più severa con più gravi esiti. La situazione è in peggioramento”.

Scravaglieri ha esortato tutti i cittadini a far prevalere l’altruismo e ad abbandonare l’egoismo. “Se vogliamo arginare – ha concluso il primo cittadino – i diversi focolai che stanno emergendo è necessario tornare a osservare tutte le precauzioni, come distanziamento sociale, divieto di assembramento, indossare le mascherine adeguatamente. Regole che in passato hanno permesso il contenimento della diffusione del virus”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684