Covid, la Sicilia torna in zona rossa: ecco perché - QdS

Covid, la Sicilia torna in zona rossa: ecco perché

web-mp

Covid, la Sicilia torna in zona rossa: ecco perché

web-mp |
giovedì 23 Giugno 2022 - 20:05

Secondo l'ultimo aggiornamento dell'Ecdc, la Sicilia è tra le Regioni Italiane con il livello di massimo rischio. Ecco Come va letta la mappa e cosa significa

Salgono i contagi Covid e l’Italia torna a colorarsi di rosso scuro, la Sicilia non fa eccezione. Secondo gli ultimi dati pubblicati dal Ministero della Salute, oggi nell’Isola ci sono oltre 4 mila contagi, solo tre mila concentrati tra le province di Catania e Palermo.

Ma a preoccupare davvero è la colorazione della fascia di maggiore rischio nella mappa dell’Ecdc (il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) che viene elaborata sulla base dei nuovi contagi registrati negli ultimi 14 giorni ogni 100mila abitanti e del tasso di positivi tra i test effettuati, ponderati per il tasso di vaccinazione della popolazione.

Come va letta la mappa e cosa significa per la Sicilia

La grafica in questione, lascia poco spazio alle interpretazioni. Secondo l’ultimo aggiornamento, quasi tutte le regioni italiane sono in rosso scuro. Restano in rosso chiaro solo il Piemonte, il Trentino e la Valle d’Aosta.

Dobbiamo preoccuparci? La risposta è si, perché secondo l’ultimo rapporto settimanale dell’Organizzazione mondiale della sanità sull’andamento di Covid-19, la sottovariante Omicron Ba.5 continua la sua avanzata a livello globale.

Per quanto riguarda l’Italia, “i casi sono in aumento perché c’è una maggiore diffusività di questa variante. Non ci dobbiamo preoccupare, ma quello che consigliamo è vaccinare con la quarta dose gli over 80, è importante non rinviare, e continuare a indossare la mascherina che rimane lo strumento di prevenzione principale”, ha detto Alessio D’Amato, assessore alla Salute della regione Lazio.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684