Smantellata task force sulle origini Covid, uno dei membri aveva collaborato con il laboratorio di Wuhan - QdS

Smantellata task force sulle origini Covid, uno dei membri aveva collaborato con il laboratorio di Wuhan

Web-mp

Smantellata task force sulle origini Covid, uno dei membri aveva collaborato con il laboratorio di Wuhan

Web-mp |
giovedì 30 Settembre 2021 - 21:01

Peter Daszak collaborava con il laboratorio dal quale potrebbe essere sarebbe "scappato" il coronavirus. Era uno di quelli che "spingeva" sull'origine naturale del virus

La rivista Lancet, ha annunciato in queste ore di aver smantellato la task force di esperti che dovevano analizzare i dati e dare una spiegazione “super partes” sull’origine del Covid.

La drastica decisione è stata presa dopo che si è scoperto che uno dei membri del gruppo, il ricercatore britannico Peter Daszak, aveva collaborato con il laboratorio di Wuhan dal quale si ipotizza che il virus possa essere scappato.

Peter Daszak ha anche guidato per un certo periodo la task force di Lancet e soprattutto è stato a capo della squadra di esperti dell’Oms che più volte si è recato in Cina per raccogliere documenti e prove.

Nella sua carriera Daszak ha condotto numerosi studi sui coronavirus (per questo è ritenuto un esperto del settore) e ha cercato di capire come questi virus si rinforzano con l’obiettivo di anticipare armi di difesa per l’uomo. Peter Daszak nel corso della sua permanenza nella task force era tra quelli che “spingevano” per la tesi naturale del virus Sars-Cov-2.

La settimana scorsa la comunità scientifica è venuta a conoscenza di alcuni documenti in cui si attesta come Peter Daszak abbia chiesto un finanziamento per studiare alcuni super coronavirus da inoculare in topi e pipistrelli per poi studiarne le possibili cure. Questa sperimentazione sarebbe stata condotta nei laboratori di Wuhan.

notizia in aggiornamento

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684