Crisi covid, lo sportello per far rinascere le imprese - QdS

Crisi covid, lo sportello per far rinascere le imprese

Michele Giuliano

Crisi covid, lo sportello per far rinascere le imprese

giovedì 19 Novembre 2020 - 00:00
Crisi covid, lo sportello per  far rinascere le imprese

Nasce a Siracusa e ha come riferimenti anche le province di Ragusa e Catania: in piedi un team di esperti. L'imprenditore viene aiutato ad evitare sovraindebitamenti e a riconvertire la propria attività

PALERMO – È stato aperto in questi giorni a Siracusa, nel centro storico di Ortigia, il nuovo sportello “Officina per la ripresa Enisie”, a supporto delle imprese siciliane che hanno subito perdite di fatturato legate al Covid-19, o che, più in generale, stanno affrontando difficoltà dovute a questo momento storico tuttora in corso.

Lo sportello gratuito è ideato e realizzato da Impact Hub Siracusa e Tree srl, all’interno del progetto generale Enisie, e offre servizi e strategie per risolvere le più disparate criticità, che spaziano dalla riprogettazione del proprio modello di business, all’accesso agevolato al credito.

A “Officina per la ripresa Enisie” possono registrarsi gratuitamente tutte le imprese siciliane interessate: basta accedere al sito ufficiale e seguire la semplice procedura online. Dopo la registrazione sarà consegnato uno speciale vademecum per ottenere nuove risorse finanziarie e sarà messo a disposizione di tutti gli iscritti un ciclo di webinar dedicati alle strategie di ripresa ai tempi del Coronavirus.

Tra le imprese coinvolte nel progetto, ne saranno selezionate 8 per un percorso gratuito di accompagnamento per raggiungere nuove risposte alle sfide della pandemia. “Una piccola società come un bed&breakfast, che ha completamente perso i suoi clienti in questo periodo di pandemia, magari ha bisogno di rimettersi in moto – ha detto Rosario Sapienza, presidente Impact Hub Siracusa – . Non sanno come e hanno bisogno da un lato di digitalizzare delle attività e dall’altro di riconvertire questa attività residenziale ad altri target che non sono solo quelli turistici, magari che siano studenti o altre categorie. Noi aiutiamo a ripensare e ristrutturare il loro business model”.

Partendo dal diagnostico, la società è in grado di dare una serie di input a iniziare da un vademecum per orientare gli imprenditori nel marasma burocratico che è diventato il gran numero di aiuti disponibili, che richiedono però una buona conoscenza dei meccanismi della pubblica amministrazione, per poterne godere in maniera efficace per la propria attività lavorativa.

A “Officina per la ripresa Enisie” possono registrarsi gratuitamente tutte le imprese siciliane in pochi semplici passi: basta accedere al sito www.enisie.eu. Dopo la registrazione sarà consegnato uno speciale vademecum studiato dagli esperti del team per ottenere nuove risorse finanziarie e sarà messo a disposizione di tutti gli iscritti un ciclo di webinar dedicati alle strategie di ripresa in tempi di Covid-19.

Dopo essere stati selezionati, i beneficiari saranno seguiti nelle fasi cruciali di pre-istruttoria per l’accesso al credito, e dunque saranno accompagnati nei percorsi a cavallo tra le esigenze dell’azienda e dell’ente finanziatore (pubblico o privato).

“L’obiettivo di ‘Officina’ è duplice: individuare un modello di business per le aziende ma senza esporle ad un sovra-indebitamento, ma anche comprendere quale possa essere la linea di finanziamento a loro utile avendo chiari tutti gli strumenti agevolativi. – spiegano Sapienza e Antonio Perdichizzi, Ceo di Tree -. Le storie aziendali non sono mai uguali e non tutte le soluzioni saranno identiche, anche alla luce di una difficoltà in comune come le perdite causate dalla Pandemia.

Il supporto di ‘Officina’ sarà attivo anche nelle fasi burocratiche più complesse”. Lo sportello avviato fa parte del progetto europeo Enisie, (Enabling Network-based Innovation through Services and Institutional Engagement) parte del programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Malta. A breve “Officina” potrà estendere il servizio anche alle imprese maltesi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684