Dad, alunni e docenti impegnati nel miglior modo possibile - QdS

Dad, alunni e docenti impegnati nel miglior modo possibile

redazione

Dad, alunni e docenti impegnati nel miglior modo possibile

lunedì 08 Giugno 2020 - 18:42
Dad, alunni e docenti impegnati nel miglior modo possibile

A distanza di circa un mese dall’avvio di una nuova modalità di “fare scuola” e tante problematiche concrete affrontate dai docenti, dai Dirigenti, dai Team Digitali, il Ministero mette nero su bianco qual è l’idea di scuola in questa emergenza. Durante questa quarantena, nella speranza che tutto finisca al più presto, alunni e professori si sono impegnati nel miglior modo possibile per poter affrontare la DAD al meglio.

Vi starete chiedendo cos’è la DAD, è l’abbreviazione di “didattica a distanza” che consiste nel collegamento di professori e alunni in una videochiamata. Molti studi però affermano che gli alunni sono molto distratti rispetto a quando sono a scuola, questo perché hanno ogni tipo di oggetto per potersi distrarre però bisogna anche ammettere che tutta questa situazione è abbastanza stancante per tutti dato che non è molto salutare stare ogni giorno per circa 5 ore collegati davanti al computer. Siamo stati informati anche del fatto che alla fine dell’anno gli alunni verranno valutati in base all’impegno e alla loro partecipazione alle singole lezioni.

Ovviamente dato che non possiamo incontrarci di presenza, tramite skype intervisterò un’alunna del liceo Lombardo Radice di Catania.

Può dirci come si chiama?

“Salve il mio nome è Carla Amordeluso, mi dica tutto”.

Ciao Carla, volevamo sapere come state affrontando sia tu che i tuoi compagni questa DAD.

“Beh all’inizio è stata molto dura per noi alunni, ma anche i professori ovviamente dato che alcuni di loro non hanno molte competenze tecnologiche quindi per loro immergersi in questo mondo tecnologico è stata una vera e propria sfida!”

Immagino… per quanto riguarda i compiti assegnati, come li svolgete.

“Allora all’inizio della DAD mandavamo i compiti per via e-mail, mentre adesso la scuola ci ha fornito un sito, Google Suite, dove possiamo mandare i compiti oppure interagire con i professori tramite la chat e tramite la videochiamata”.

Un’ultima domanda e poi ti lascio libera… vorrei sapere come funzionano le interrogazioni e i compiti in classe.

“Nella mia classe prima di questa pandemia, quando avevamo un’interrogazione ci organizzavamo in gruppi ovvero che ognuno di noi sceglie in che giorno andare, durante questa DAD le cose non sono cambiate, cerchiamo sempre di essere uniti nonostante questa situazione… mentre invece i compiti in classe li consegnamo sempre tramite le piattaforme però dipende dato che alcuni professori preferiscono non svolgerli”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684