Dal “bio pollaio solidale” al doposcuola, le parrocchie si ingegnano per gli ultimi - QdS

Dal “bio pollaio solidale” al doposcuola, le parrocchie si ingegnano per gli ultimi

redazione

Dal “bio pollaio solidale” al doposcuola, le parrocchie si ingegnano per gli ultimi

mercoledì 03 Luglio 2019 - 00:00
Dal “bio pollaio solidale” al doposcuola, le parrocchie si ingegnano per gli ultimi

Proclamati i 10 vincitori di “TuttixTutti”, concorso della Chiesa che premia i progetti di utilità sociale. Il primo premio da 15 mila euro alla comunità della SS. Annunziata, a Caccamo

ROMA – Sono stati proclamati i 10 vincitori di TuttixTutti, il concorso che premia i progetti di utilità sociale delle parrocchie coniugando solidarietà e formazione. Erano 394 le parrocchie candidate, valutate in base all’utilità sociale del progetto, alla possibilità di risolvere problemi nel tessuto sociale, alla capacità di dare risposta a bisogni della comunità e l’eventuale creazione di nuovi posti di lavoro.

Un “Bio pollaio solidale” per assistere famiglie e persone in difficoltà economiche: questo il progetto presentato dalla parrocchia SS. Annunziata di Caccamo (Palermo) che ha avuto il 1/o premio da 15.000 euro della 9/a edizione del concorso. Con il contributo assegnato sarà realizzata una “fattoria sociale” dove la forza lavoro sarà assicurata da un team di volontari: le uova prodotte dalle 100 galline ovaiole saranno in parte vendute per sostenere le spese vive del mangime per gli animali e in parte donate alle famiglie sostenute dalla parrocchia.

Sempre in campo agricolo l’avvio di una cooperativa per la coltivazione della carota viola, proposto dalla parrocchia Sant’Ippazio di Tiggiano (Lecce) sarà reso possibile grazie al 2/o premio da 12.000 euro vinto per il progetto “Sulle orme del Santo, per una cultura conviviale”, mentre la parrocchia Santa Elisabetta Anna Seton di Livorno, con il 3/o premio da 10.000 euro, potrà realizzare una “Casa di Accoglienza” per i familiari disagiati dei pazienti del vicino Ospedale civile.

Il recupero dei farmaci inutilizzati e l’offerta di servizi sanitari gratuiti da parte di professionisti volontari saranno al centro del progetto “Scar-Tiamo… dallo scarto nasce amore” della parrocchia Immacolata Concezione di San Vito Chietino (Chieti) che ha vinto il 4/o premio da 8.000 euro, mentre la parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Marigliano (Napoli), con il 5/o premio da 6.000 euro, darà il via a “Il pane è per tutti!”, un progetto per creare un laboratorio per panettieri e pizzaioli a fini di lotta alla criminalità nonché di induzione al lavoro.

Da un incontro tra il parroco e una famiglia di artigiani tessitori, nel territorio da quattro generazioni, nasce il progetto “Artigiani della Carità” grazie al quale la parrocchia Immacolata Concezione di Seminara (Reggio C.) s’è aggiudicata il 6/o premio, iniziativa per creare nuova occupazione attraverso la trasmissione di un know how di qualità.

Nella logica dell’assistenza si colloca il progetto “Pane quotidiano”, un servizio di recupero della merce invenduta da panifici e ristoratori per una redistribuzione a famiglie in stato di disagio, che diverrà realtà grazie al 7/o premio da 4.000 euro assegnato alla parrocchia Sant’Alberto di Trapani.

Percorsi educativi ed inclusione sono il comune denominatore degli ultimi tre progetti vincenti. “Catechismo per tutti”, un’iniziativa, candidata dalla parrocchia SS. Nazaro e Celso di Bresso (Milano) che ha ottenuto l’8/o premio da 3.000 euro, per rispondere al bisogno delle famiglie con bambini con disabilità aiutandoli nell’inserimento nel catechismo con un percorso pedagogico e spirituale personalizzato, mentre “Insieme si può”, proposto dalla parrocchia SS. Salvatore di Villaggio Aldisio a Messina, che ha vinto il 9/o premio da 2.000 euro, è un progetto di un doposcuola rivolto a bambini con disturbi di apprendimento che necessitano di un percorso educativo speciale. L’ultimo premio, il 10/o da 1.000 euro, va alla parrocchia San Bonifacio di San Bonifacio (Verona) per “Come matite nelle tue mani”, una proposta che prevede la riqualificazione degli spazi esterni dell’oratorio grazie ad un concorso di graffiti e street art.

“TuttixTutti rappresenta una grande opportunità per le parrocchie. Il nostro concorso nazionale ha contribuito, in otto anni di storia, alla realizzazione di moltissime proposte che offrono risposte concrete ai bisogni delle famiglie, dei giovani e degli anziani”, afferma Matteo Calabresi, responsabile del Servizio Promozione Sostegno Economico della Chiesa cattolica.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684