Dispositivi medici, in Sicilia spesi 421 mln di euro - QdS

Dispositivi medici, in Sicilia spesi 421 mln di euro

Serena Giovanna Grasso

Dispositivi medici, in Sicilia spesi 421 mln di euro

mercoledì 29 Maggio 2019 - 00:05
Dispositivi medici, in Sicilia spesi 421 mln di euro

Ministero Salute: ammontare pari a 84 € circa procapite, ben cinque € in più rispetto ai 79 rilevati in Lombardia. Nel 2017 i costi sostenuti sono stati del 3,5% superiori rispetto a quanto osservato l’anno precedente (406 mln)

PALERMO – I costi sostenuti nel 2017 dal servizio sanitario nazionale per l’acquisto di dispositivi medici ammontano a quasi sei miliardi di euro (precisamente cinque miliardi e 992 milioni) e rappresentano il 33% circa del costo complessivo dei beni sanitari che è pari a 18,3 miliardi di euro. In Sicilia l’acquisto di dispositivi medici è costato 421,1 milioni di euro (ovvero il 7% dell’importo speso a livello nazionale).

Questi sono solo alcuni dei dati contenuti all’interno del “Rapporto sulla spesa rilevata dalle strutture sanitarie pubbliche del sistema sanitario nazionale per l’acquisto di dispositivi medici”, recentemente pubblicato dal ministero della Salute. Rispetto al contesto nazionale, la Sicilia si colloca tra i primi dieci posti per maggiori costi sostenuti, precisamente al nono posto: importi superiori si rilevano in Lombardia (800 milioni), Toscana (532 milioni), Veneto (523 milioni), Piemonte (472 milioni), Puglia e Lazio (entrambe con 461 milioni), Campania (448 milioni) ed Emilia Romagna (444 milioni).

Si stima che la spesa effettuata in Sicilia, parametrata sugli oltre cinque milioni di abitanti, sia pari a 84 euro procapite: esattamente cinque euro in più rispetto ai 79 euro procapite osservati in Lombardia. Dunque, è possibile affermare che in proporzione la Sicilia spende per l’acquisto di dispositivi medici più di quanto non faccia la Lombardia. Inoltre, le spese effettuate nel 2017 sono ben superiori rispetto a quelle affrontate solo un anno prima: infatti, si parla di circa quindici milioni di euro in più, pari al +3,5% (nel 2016 si spendevano 406,7 milioni di euro).

Questo siciliano è un incremento ben superiore rispetto a quello osservato a livello nazionale (+2,6%). In generale, si parla di un progressivo aumento della spesa: infatti, nel 2015 si erano complessivamente spesi 400 milioni di euro, ben 21 milioni in meno rispetto al 2017.

A livello nazionale, l’incremento maggiormente sostenuto si rileva in Calabria: infatti, in questa regione nel 2017 sono stati spesi 152 milioni di euro, ben il 10,6% in più rispetto ai 137,8 milioni di euro spesi l’anno precedente. Notevoli aumenti di spesa si osservano anche nelle Marche (+7,5%), in Basilicata (+7%), in Friuli Venezia Giulia (+5,8%) e in Campania (+5,6%). Mentre in Sardegna, Abruzzo e Liguria si verifica una riduzione delle spese (rispettivamente -2,5%, -2% e -1,7%). Nella Provincia autonoma di Bolzano la situazione rimane pressoché invariata (67,5 milioni di euro spesi nel 2016 contro i 67,7 milioni di euro spesi nel 2017).

La parte più consistente della spesa attiene ai dispositivi medici in senso stretto (297,4 milioni di euro), 87 milioni di euro sono stati spesi per l’acquisto di dispositivi medico diagnostici in vitro ed infine 36,7 milioni di euro per i dispositivi medici impiantabili attivi. Mentre per la seconda e la terza tipologia il volume di spesa si è ridotto rispetto all’anno precedente (rispettivamente -1,1% e -0,8%), per il primo tipo vi è stato un abbondante incremento (+5,5%), superiore rispetto a quello osservato a livello nazionale (+3,2%).

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684