Donna incinta con grave sindrome salvata dai medici a Palermo - QdS

Donna incinta con grave sindrome salvata dai medici a Palermo

Web-mp

Donna incinta con grave sindrome salvata dai medici a Palermo

Web-mp |
domenica 11 Aprile 2021 - 12:51

Una donna di 30 anni alla 28esima settimana di gravidanza ha avuto salvata la vita grazie a un farmaco e all’intervento di una équipe di medici di diversi ospedali

Una donna di 30 anni, alla 28sima settimana di gravidanza è andata al pronto soccorso ostetrico dell’ospedale Buccheri La Ferla Fatebenefratelli per un distacco completo di placenta.

È stata sottoposta ad un parto cesareo in emergenza.

Il feto è morto.

Dopo l’operazione, dice l’ospedale, la paziente ha presentato “rialzi pressori, disturbi visivi e un’alterazione dei valori ematochimici che configuravano una grave forma di gestosi (Hellp syndrome).

Considerato il quadro clinico peggiorato gli specialisti del Buccheri hanno chiesto l’intervento pluri-specialistico del Centro di malattie rare dell’ospedale Civico, che è intervenuto (dott. Angelo Ferrantelli), e del laboratorio dell’AOUP di Palermo (dott.ssa Silvana Vitale) diagnosticando una sindrome emoliticouremica atipica (SEUa) che può portare alla morte. La paziente è stata salvata non è in pericolo di vita ed è nel reparto di terapia intensiva del Buccheri La Ferla.

“Per la rarità del caso – dice il direttore sanitario dell’ospedale Buccheri La Ferla, Santi Mauro Gioè – si tratta di un caso di “buona sanità” da attribuire all’alta professionalità e all’impegno profuso dal nostro team di Ostetricia e Ginecologia diretto dalla dott.ssa Maria Rosa D’Anna e di Anestesia e Rianimazione, diretto dal dott. Luciano Calderone, in sinergia e collaborazione con la UOC di Nefrologia dell’Arnas Civico con la quale si sono condivisi percorsi diagnostici e terapeutici e con il Policlinico di Palermo”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684