Elezioni Sicilia, chi sono le donne elette all'Ars - Nomi e foto - QdS

Elezioni Sicilia, le “quote rosa” all’Ars: le donne elette – Nomi e Foto

webms

Elezioni Sicilia, le “quote rosa” all’Ars: le donne elette – Nomi e Foto

webms |
mercoledì 28 Settembre 2022 - 17:09
Jose Marano

Dopo le elezioni regionali, inizia a prendere forma la nuova Ars - Assemblea Regionale Siciliana. Ecco chi sono le donne elette, tra volti noti e nuovi arrivi.

Chi sono le donne elette all’Ars, l’Assemblea Regionale Siciliana? Chi ha vinto in Sicilia e quali partiti parteciperanno alla prossima amministrazione regionale, guidata dal nuovo governatore Renato Schifani?

Ecco tutte le informazioni disponibili sulle “quote rosa” che faranno parte del nuovo Governo siciliano.

Sicilia, le donne elette all’Ars

Tra le donne che faranno parte dell’Assemblea Regionale Siciliana – grazie ai voti ottenuti in seguito alle elezioni regionali del 2022 – ci sono:

  • Jose Marano (Movimento 5 Stelle, eletta a Catania);
  • Luisa Lantieri (Forza Italia, eletta a Enna);
  • Valentina Chinnici (Pd, eletta all’Ars a Palermo);
  • Nuccia Albano (Dc, eletta a Palermo);
  • Stefania Campo (M5S, eletta a Ragusa);
  • Cristina Ciminnisi (M5S, eletta a Trapani);
  • Giusy Savarino (Fratelli d’Italia, eletta ad Agrigento);
  • Bernardette Grasso (Forza Italia, eletta a Messina);
  • Margherita La Rocca Ruvola (Forza Italia, eletta ad Agrigento);
  • Marianna Caronia (Lega, nel listino di Renato Schifani, nuovo presidente della Regione);
  • Elvira Amata (Fratelli d’Italia, nel listino di Schifani);
  • Serafina Marchetta (Udc-Dc, nel listino di Schifani).

La lista è in aggiornamento, poiché solo nei prossimi giorni si conoscerà la composizione definitiva dell’Ars. Rimangono al momento in forse Brigida Alaimo (Forza Italia) e Roberta Schillaci (M5S). Potrebbero entrare all’Ars anche Martina Ardizzone o Lidia Adorno (M5S), ma si attende conferma.

Nella scorsa legislatura, le donne erano 14. Quella nuova potrebbe arrivare allo stesso numero o perfino superarlo, qualora alcuni “forse” trovino conferma.

Chi sono le donne della politica siciliana

Le donne elette all’Ars, come si vede dall’elenco, sono diverse. Certo, le “quote rosa” non sono particolarmente rappresentate (ricordiamo che si tratta di una lista ancora parziale) ma ci sono. In alcuni casi si tratta di “sorprese” e volti nuovi, in altri di personalità politiche molto note.

Tra i volti già noti all’Ars c’è la pentastellata etnea Jose Marano. Laureata in Scienze della Comunicazione, era stata eletta all’Assemblea Regionale Siciliana nella scorsa legislatura con 6.018 voti di preferenza. Anche Stefania Campo, architetto e insegnante appartenente al Movimento 5 Stelle, non è un nome nuovo all’Ars e faceva parte della scorsa legislatura.

Altro voto noto è quello di Luisa Lantieri, originaria di Piazza Armerina e candidata con “Forza Italia”. Ispettore del lavoro con maturità classica, aveva ottenuto un posto anche nella XVI legislatura (Crocetta). Tra le rappresentanti del centrodestra nel nuovo Governo siciliano ci sarà anche Marianna Caronia, già deputata nella XVII e nella XV legislatura e con una lunga carriera politica alle spalle (non solo alla Regione Siciliana, ma anche al Comune di Palermo).

Quello di Elvira Amata è un altro ritorno nella liste delle “donne dell’Ars”. Biologa abilitata e specializzata in “Patologia Clinica”, ha lavorato a lungo nel mondo della politica (anche per il Comune di Messina). Infine, tornano per un nuovo mandato all’Ars anche l’avvocato e deputata di Forza Italia uscente Bernadette Grasso, l’avvocato Giusy Savarino (Fratelli d’Italia, già presidente della IV Commissione Ars) e la docente Margherita La Rocca Ruvolo (Forza Italia).

Donne all’Ars, i volti nuovi

Non ci sono solo conferme nella nuova Assemblea Regionale Siciliana. Tra le “novità” rispetto alla scorsa legislatura c’è Valentina Chinnici, la più votata del Pd con 6.947 preferenze. “Insegnante, madre di due bambine, consigliera comunale”: così si descrive la 47enne, che vede la “politica come servizio” e l’istruzione come strumento per ottenere “giustizia sociale ed emancipazione”.

Tra le donne elette all’Ars c’è – grazie agli oltre 6mila voti ottenuti – anche Nuccia Albano di Democrazia Cristiana. Laureata in Medicina e Chirurgia all’Università di Palermo e specializzata in Medicina Legale, dal 1989 è stata dirigente di primo livello all’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Palermo. Si è occupata, nella sua carriera nell’ambito della medicina legale, anche delle autopsie di Libero Grassi e Giovanni Falcone.

La terza donna del listino di Schifani è Serafina Marchetta, moglie del segretario regionale dell’Udc Decio Terrana.

Altra new entry (ma già collaboratrice parlamentare all’Ars dal 2015) è Cristina Ciminnisi, del M5S. Laureata in giurisprudenza ed esperta di Diritto Pubblico, è originaria del Nisseno ma si definisce “trapanese per scelta). Tra le sue passioni, oltre alla politica, ci sono la giurisprudenza e i viaggi.

Nei prossimi giorni si avrà maggiore certezza sulla composizione definitiva dell’Ars e, quindi, anche sulle donne che si occuperanno della politica regionale.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001