Per l’Otorinolaringoiatria un 2020 di quantità e qualità - QdS

Per l’Otorinolaringoiatria un 2020 di quantità e qualità

redazione

Per l’Otorinolaringoiatria un 2020 di quantità e qualità

giovedì 31 Dicembre 2020 - 00:00
Per l’Otorinolaringoiatria un 2020 di quantità e qualità

I responsabili dell’Unità operativa complessa dell’Umberto I hanno tracciato un bilancio degli ultimi 12 mesi di attività, ritenuto estremamente positivo nonostante la pandemia

ENNA – Per l’Unità operativa complessa di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale Umberto I, il 2020 ha fatto segnare un aumento generalizzato del numero dei casi trattati e della loro complessità. Nonostante la pandemia, dunque, il processo di crescita è riuscito a crescere, con l’obiettivo di assicurare agli utenti della provincia servizi di migliore qualità.

“Sono state realizzate nell’anno in corso – hanno sottolineato dall’Azienda sanitaria provinciale – in piena pandemia, ben 223 operazioni chirurgiche nella branca dell’Otorinolaringoiatria, presso l’Ospedale di Enna, a fronte delle 132 eseguite nell’anno precedente”.

Un risultato definito “ragguardevole”, che per i vertici sanitari, però, non è soltanto quantitativo. “Nel corso del 2020 – ha sottolineato il medico responsabile del reparto, Salvo Maira – sono state effettuate delicate e importanti operazioni chirurgiche. Abbiamo eseguito operazioni di varia e complessa tipologia, a partire dall’endoscopia nasale e assicurando prestazioni altamente qualificate come la chirurgia oncologica del collo, la chirurgia dell’orecchio, la ricostruzione del timpano. Con i medici del reparto, coadiuvati dal personale del blocco operatorio, sono stati eseguiti, tra gli altri, interventi di ricostruzione come miringoplastiche e timpanoplastiche, perfettamente riusciti senza complicazioni”.

“Le patologie infiammatorie croniche dell’orecchio – ha aggiunto Maira – per cui è necessario eseguire un intervento chirurgico di ricostruzione sono molto frequenti nella popolazione e rappresentano una delle principali cause di migrazione sanitaria intra ed extraregionale, con elevati disagi per i pazienti”.

“La gamma delle nostre prestazioni – ha concluso – è stata quindi ampliata e diversificata con l’aumento quantitativo degli interventi e qualitativo della professionalità dell’intera equipe, anche in un periodo così complesso come quello che stiamo vivendo a causa dell’epidemia Covid, che però non ha bloccato le nostre attività, condotte in piena sicurezza per pazienti e operatori”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684