Verifica dei terreni agricoli comunali per progetti di agricoltura bio-sociale - QdS

Verifica dei terreni agricoli comunali per progetti di agricoltura bio-sociale

Nicola Digiugno

Verifica dei terreni agricoli comunali per progetti di agricoltura bio-sociale

sabato 12 Ottobre 2019 - 00:00
Verifica dei terreni agricoli comunali per progetti di agricoltura bio-sociale

Si punta a favorire, con il recupero di queste aree, “la diffusione di pratiche innovative e solidali”. Provvedimento dell’Amministrazione comunale con l’obiettivo di valorizzare il territorio

ENNA – Deliberazione della Giunta comunale per la stesura di un Piano dei terreni agricoli di proprietà dell’Ente.

Il provvedimento riguarda, nei dettagli, la predisposizione di uno strumento aggiornato e completo d’identificazione dei terreni di proprietà comunale che permetta di conoscere la qualità, la destinazione e l’estensione dei vari appezzamenti, con l’ausilio di materiali catastali, avvalendosi, se ritenuto opportuno, di professionisti esterni. Si punta anche all’individuazione e formazione “di possibili unità aziendali autonome (attraverso l’accorpamento di particelle più o meno vicine e con proprietà agronomiche simili)” e la “presentazione per ciascuna delle unità aziendali suddette di progetti di agricoltura bio-sociale, aventi capacità di generare benefici in termini di impatto sociale e sviluppo locale nonché garantire replicabilità sul territorio e sostenibilità economica”.

Inoltre, è prevista l’eventuale selezione tramite apposito bando degli operatori interessati (giovani imprenditori) a rilevare (per mezzo di comodato d’uso gratuito o altra forma da definire) i terreni di quella determinata unità aziendale e ad avviare i progetti selezionati.

Il Comune di Enna, si legge nella premessa del documento pubblicato all’Albo pretorio, “è venuto nella determinazione di utilizzare (ove possibile) i terreni a destinazione agricola, di sua proprietà, per la promozione, lo sviluppo e la realizzazione di progetti di agricoltura bio-sociale”. L’iniziativa è stata pensata “per favorire la diffusione di pratiche innovative e solidali collegate ad attività agricole ma nello stesso tempo capaci di valorizzare il territorio e l’ambiente”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684